Il 16 febbraio 2014 si vota per le elezioni regionali in Sardegna: sondaggio, previsioni risultati elettorali e stima della notorietà dei candidati favoriti.

Primo evento elettorale di questo 2014, dove seguiranno le elezioni europee previste per maggio 2014 e forse, in concomitanza, anche quelle nazionali. Proviamo a dare qualche previsione dei risultati elettorali con un sondaggio Datamedia di tutto rispetto commissionato da "L'Unione Sarda".

Vince il partito degli indecisi: anche questa volta sembra avere la meglio il partito degli indecisi e del non voto. Un "partito" che raggiunge una percentuale del 54% degli intervistati.

Pubblicità
Pubblicità

Molto probabilmente un'alta percentuale di questi arriva in massa dai sostenitori del Movimento 5 Stelle rimasto fuori dalle elezioni per volere del ex comico Beppe Grillo che ha deciso di non rilasciare il simbolo per le elezioni regionali sarde, nonostante fosse risultato il primo partito eletto alle scorse Provinciali.

Corsa elettorale a tre: si prevede una corsa a tre che vede il governatore sardo uscente Ugo Cappellacci, del centrodestra, che si piazza al primo posto con una percentuale pari al 17%; segue l'economista di Sassari, del centrosinistra, Francesco Pigliaru con un distacco di 2 punti percentuali; terzo posto occupato dalla scrittrice di Oristano Michela Murgia con una percentuale dell'11%.

In queste circostanze conta molto anche la notorietà dei candidati che vede sempre al primo posto il governatore uscente, segue la scrittrice Murgia e spunta al terzo posto l'ex deputato del Pdl Mauro Pili; resta a bassa quota Pigliaru.

Pubblicità

Tra poco più di un mese conosceremo con certezza il nuovo governo regionale sardo che certamente riserverà qualche sorpresa al di là delle previsioni. #Elezioni politiche #Sondaggi politici