Il deputato milanese Daniele Farina, eletto tra le fila di SEL nel collegio "Lombardia 1" oggi ha acceso e fumato uno spinello a Montecitorio. Il gesto dimostrativo del deputato del partito di Vendola, è stato fatto durante un'intervista del programma radiofonico di Radio 24 "La zanzara", programma che commenta i fatti del giorno con i protagonisti della politica italiana. L'intento del deputato milanese, è quello di mantenere alta l'attenzione e rilanciare la proposta di legalizzazione della cannabis.

Il parlamentare, ex Rifondazione Comunista, è da sempre impegnato in prima linea nella difesa dei diritti, civili e sociali, e da anni uno dei maggiori sostenitori di politiche non proibizioniste.

Pubblicità
Pubblicità

Da oltre un decennio è infatti portavoce per una diversa legislazione sulle droghe leggere. Interrogato sull'accaduto, Farina ha affermato: "dalla legalizzazione della cannabis possono arrivare otto miliardi di euro per lo Stato. Ma l'assegno è in carta da canapa e il governo non lo vuole".

Il parlamentare poi si difende con ironia sostenendo di aver acceso lo spinello nella zona fumatori e non in Aula né in Transatlantico, nel rispetto della legge. Dure le prime reazioni: Massimo Corsaro, esponente di Fratelli d'Italia, indignato ha dichiarato: "La prossima volta farà uno stupro in Transatlantico per sensibilizzare contro la violenza sulle donne? Bleah, che schifo". Staremo a vedere se per il gesto del deputato verranno presi provvedimenti e come verrà giudicato dagli altri colleghi che siedono a Montecitorio; intanto sicuramente l'attenzione è tornata ad accendersi sulla legalizzazione delle droghe leggere.

Pubblicità