Quando decise di formare un partito e di passare dallo spettacolo alla politica, in pochi gli davano credito, eppure lui, Beppe Grillo, è riuscito a creare una formazione, il Movimento Cinque Stelle, in grado di andare all’attacco del ‘sistema’ Italia conquistando sempre più seguito. Il fatto che sia la terza forza del paese è del resto certificato dai sondaggi politici condotti in questi mesi.



Gli ultimi capitoli sono andati in scena ieri, con il caos creatosi in aula riguardo al decreto Imu Bankitalia e l’annuncio ufficiale delle presentazione dell’impeachment contro il Presidente della Repubblica #Giorgio Napolitano. Facciamo il punto.

Imu Bankitalia: approvato il decreto, caos in aula

A quattro ore dalla scadenza, fissata alla mezzanotte del 29 gennaio,  il decreto Imu-Bankitalia viene approvato, il tutto grazie alla ‘ghigliottina’ imposta dalla presidente della Camera Laura Boldrini. Quasi 170 deputati delle formazioni di opposizione (in gran parte del Movimento Cinque Stelle) avevano infatti iscritto il proprio nome per intervenire, parlare e fare così ostruzionismo contro un provvedimento considerato un regalo da 4 miliardi alle Banche ma alla fine approvato con 236 si e 29 no.



Quando il presidente Boldrini ha dato corso al voto è scoppiato il caos, gli esponenti del #M5S hanno iniziato ad inveire e in molti sono corsi verso i banchi del governo, fischiando ed innescando una rissa poi sedata. La deputata Loredana Lupo dello stesso M5S sarebbe anche stata aggredita, almeno stando alla denuncia presentata dagli esponenti della formazione di Beppe Grillo.



Il caso Imu Bankitalia è comunque solo l’ultimo in ordine di tempo, innumerevoli sono infatti stati ‘gli attacchi' al sistema portati dal gruppo sin da quando ha fatto il proprio ingresso sulla scena politica (su tutti il caso della legge elettorale), e se si pensa che si sta parlando di un movimento nato sul web si comprende come la rete Internet assuma oggi giorno un peso decisivo nell’orientare le coscienze e nel delineare molti degli aspetti della vita sociale del nostro paese.

Impeachment Napolitano: il M5S presenta la denuncia

A completare il quadro la presentazione dell’impeachment contro Giorgio Napolitano: ‘Questa mattina il M5S ha presentato una denuncia per la messa in stato d'accusa del presidente della Repubblica italiana’ ha dichiarato in aula il capogruppo M5S al Senato Vincenzo Maurizio Santangelo. Alla dichiarazione ha fatto seguito una richiesta di sospensione di due ore per consentire al gruppo di riunirsi.



Tra le accuse mosse a Napolitano ‘il mancato rinvio alle Camere di leggi incostituzionali, l’abuso del potere di grazia e la grave interferenza nei procedimenti giudiziari relativi alla trattativa Stato-Mafia’. Durissime le reazioni del resto del mondo politica, con il capogruppo Pd in commissione Giustizia Walter Verini ad esprimere tutto il proprio disappunto per ‘l'escalation eversiva e squadrista che sta interessando il M5S’ (la dichirazione è stata riportata dal portale Repubblica.it).



Adesso bisognerà valutare tutto a mente fredda: troppo poco tempo è infatti trascorso dal caos creatosi ieri sera alla Camera a proposito del decreto Imu Bankitalia, con molti degli animi ancora pesantemente surriscaldati.



Quel che è certo è che il M5S di Grillo, nel bene o nel male lascio che siate voi a deciderlo, continua a costituirsi come uno dei protagonisti assoluti della scena politica italiana. Quali conseguenze e se avrà conseguenze questo tipo di atteggiamento sarà il tempo a dirlo.







#Camera dei Deputati