Amnistia e indulto 2014, grande attesa per l'inizio della discussione generale domani 29 gennaio alla #Camera dei Deputati sul messaggio alle Camere del Capo dello Stato relativo all'emergenza carceri e alle richieste dei provvedimenti di clemenza generale per far fronte alla sentenza con cui la Corte di Strasburgo ha condannato l'Italia per il sovraffollamento carcerario.

Indulto e amnistia con molta probabilità creeranno qualche problema a #Matteo Renzi: il segretario del Pd è fortemente contrario ai provvedimenti di indulto e amnistia ma deve fare i conti con una parte dei parlamentari del suo partito che la pensa diversamente.

Pubblicità
Pubblicità

In sintesi si può dire che sono favorevoli Forza Italia, Nuovo centrodestra, Scelta civica, Sel e buona parte del Pd ma non il segretario; contrari Movimento 5 stelle, Lega Nord, Fratelli d'Italia e Italia dei valori. Naturalmente prosegue la battaglia dei Radicali italiani Rita Bernardini che domani 29 gennaio manifesteranno di nuovo davanti al parlamento per l'amnistia, l'indulto e le riforme della giustizia.

"La discussione di domani alla Camera del messaggio del Presidente della Repubblica in materia di giustizia – ha detto oggi in una nota il deputato del Partito democratico Sandro Gozi, presidente della delegazione italiana al Consiglio d'Europa - è un'occasione importante per dare un nuovo impulso alle riforme ed uscire dalla grave condizione di illegalità in cui si trova l'Italia".

Pubblicità

"Alcuni passi in avanti – secondo Gozi - si stanno compiendo, come la riforma della custodia cautelare, ma senza amnistia e indulto – aggiunge il deputato del Pd - non potremo rispettare la scadenza del 28 maggio 2014, con la messa in mora dell'Italia da parte dell'Unione Europea per effetto della sentenza Torreggiani della Corte europea dei diritti umani".

"Senza uno scatto e un'azione decisa del Parlamento e del Governo vi è il rischio concreto – sostiene il deputato democratico - di cominciare il semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea in questo stato di grave infrazione. Abbiamo l'obbligo etico e morale – conclude Gozi - di rispettare i valori riconosciuti dalla Costituzione italiana e dalla Convenzione europea".

Intanto, oltre all'attesa per la discussione sul messaggio alle Camere di Napolitano i temi del sovraffollamento carcerario, amnistia e indulto, custodia cautelare e misure alternative animano questa settimana il dibattito politico in commissione Giustizia al Senato della Repubblica dove sono in discussione i quattro disegni di legge per la concessione dei provvedimenti di indulto e amnistia, invocati dal presidente della Repubblica, presentati dai senatori Manconi, Compagna, Barani, Buemi e altri che potrebbero rapidamente determinare una svolta di fronte al problema del sovraffollamento carceri in Italia. #Giorgio Napolitano