Indulto e amnistia, petizioni e dibattito acceso sul web. Partono da internet diverse petizioni online promosse sia dai cittadini che da partiti. Una miriade di raccolte di firme di chi si schiera a favore oppure contro i provvedimenti di clemenza generale ritenuti necessari dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che li ha espressamente chiesti con un messaggio alle Camere per contrastare il sovraffollamento delle carceri italiane già sanzionato dalla Corte di Strasburgo.

E' stata intitolata "petizione contro l'amnistia e l'indulto" quella proposta sul sito firmiamo.it da Fratelli d'Italia, il partito dell'ex ministro Giorgia Meloni, secondo il quale "indulto e amnistia rappresentano il fallimento dello Stato".

Pubblicità
Pubblicità

Nella petizione si sostiene che il problema del sovraffollamento carcerario si risolve con la realizzazione di nuove carceri e facendo scontare all'estero le pene ai detenuti stranieri, ma anche con misure di contrasto all'abuso della custodia cautelare in carcere.



Secondo Fratelli d'Italia l'ultimo indulto del 2006 ha fatto uscire dal carcere oltre 36 mila detenuti su 60 mila ma dopo due anni - si legge nella petizione - il 70% tornò in carcere e il numero dei carcerati è tornato a salire. Inoltre è inaccettabile per le vittime dei reati - secondo la petizione - vedere impuniti i loro carnefici e non vedere garantito dallo Stato il principio di certezza della pena.

"Umiltà verso i fratelli detenuti" è invece il titolo della petizione online promossa da Vincenzo Giacobbe. "Firma questa petizione se sei favorevole per l'indulto e l'amnistia - si legge nella descrizione - come lo è anche il nostro presidente della Repubblica Napolitano".

Pubblicità

Occorre "porre fine - viene sottolineato nella petizione a favore di amnistia e indulto - a questa situazione di tortura ai danni di persone detenute stipate in celle anguste e in condizioni degradanti e inumane".

Tra le altre petizioni online su indulto e amnistia, tra favorevoli e contrari, pubblicate su firmiamo.it "No amnistia e indulto", creata da Il Meridionale; "No all'indulto e all'amnistia, ma certezza della pena" creata da Edvige Tabacchi; "Amnistia e indulto", creata da Mara Depp, "Amnistia 2013" creata da Cecilia Silvestri. Ma altre petizioni circolano sul web, anche su facebook, dove sono stati creati diversi gruppi favorevoli o contrari.

Di "indulto mascherato" ha invece parlato ieri il comico e leader del Movimento 5 stelle Beppe Grillo commentando sul suo blog il cosiddetto "decreto svuota carceri" approvato dal Governo Letta su proposta del ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri. #Senato #Presidenza della Repubblica