È avvenuto da pochissimo. La proposta di legge Renzi-Berlusconi ha già avuto una prima approvazione da parte della Camera dei deputati. Tra le principali novità ci sono le modifiche al sistema elettorale della Camera (argomenti: seggi, candidature multiple, liste di candidati, tutele di genere, liste bloccate, premio di maggioranza, doppi turni, ballottaggi e altro )e modifiche al sistema elettorale del Senato della Repubblica.

A favore dell'Italicum hanno votato Forza Italia, il Pd e il Nuovo Centrodestra. I contrari sono stati invece la Lega e il Movimento 5 Stelle.

La norma "salva Lega", doveva essere inserita nel documento, come da richiesta di Forza Italia, ma è stata successivamente depennata a seguito di una riunione che ha visto convocati a Palazzo Chigi i fedeli di Alfano, e anche a causa di malumori all'interno del Pd.

Pubblicità
Pubblicità

Le polemiche sul disinserimento della proposta salva Lega, hanno già suscitato svariate reazioni. Matteo Salvini (segretario della Lega Nord) ad esempio, avrebbe dichiarato con stizza che il partito non ha bisogno di aiuti né tanto meno di leggi che possano salvarlo. La Russa si sarebbe invece mostrato contrariato con le affermazioni secondo cui Berlusconi stia tentando di salvare la vita alla Lega mentre provi contemporaneamente a distruggerne gli alleati.

L'approvazione o meno delle modifiche sarà ancora discussa in questi giorni e per definire la questione si giungerà in aula il 29 gennaio e il voto è fissato in calendario per il 30 e il 31 gennaio. #Elezioni politiche