E' arrivata oggi alla Camera, poco dopo le ore 9, il Ministro De Girolamo per far chiarezza sulle 'ingiuste', a suo modo divedere, accuse in merito alle nomine “Asl”.

Al suo ingresso è stata accolta con applausi ed abbracci da alcuni “colleghi” tra cui il Ministro Brunetta. La sua presenza in Aula era stata sollecitata da un’interpellanza parlamentare con cui si chiedevano delucidazioni sul suo eventuale coinvolgimento nell’inchiesta partita per far luce sulle "nomine Asl" di Benevento. La Ministra si difende dicendo che “in nessun caso si è interessata facendo alcun tipo di pressione” e che - senza far alcun nome - una persona sta agendo alle sue spalle architettando un complotto e distruggendo la sua immagine politica”.

Pubblicità
Pubblicità

Ha aggiunto inoltre che queste indagini sono state avviate su una truffa ai danni sì dell’Asl che, tuttavia, coinvolge ed investe altre persone. Il Ministro continua, dicendo di essersi ritrovata coinvolta - ma è bene precisare che non risulta ancora iscritta nel registro degli indagati - a causa di alcune intercettazioni, non solo illecitamente acquisite - sono state “raccolte” all’interno della sua abitazione a sua insaputa - ma relative “ad aspetti e circostanze esclusivamente private che non sarebbero dovute essere rese pubbliche”.

De Girolamo ha infine colto l’occasione per respingere le accuse che le sono state mosse su un altro caso, quello delle 'mozzarelle di Benevento'. In merito a questa indagine, ha specificato che non si è mai occupata di effettuare alcuna chiamata affinché fossero annullate sanzioni comminate dall’Asl ad un imprenditore che svolge attività di produzione e vendita di mozzarelle.

Pubblicità

Il Movimento 5 stelle intanto ha presentato una mozione di sfiducia nei confronti del Ministro alle politiche agricole Nunzia De Girolamo.



#Camera dei Deputati #Pd