Nonostante le grane giudiziarie dei mesi scorsi, Silvio Berlusconi riesce a crescere nei sondaggi: evidentemente una buona parte dell'elettorato non ha mollato il Cavaliere nella tormentata strada che ha portato alla rinascita di #Forza Italia.

A deludere, nel centrodestra, sono però la Lega Nord e Fratelli d'Italia che perdono consensi. Con un Governo sempre più in bilico, tuttavia, i numeri fanno intravvedere una possibile rimonta del centrodestra in caso di elezioni politiche anticipate.

Letta ed Alfano naturalmente fanno gli scongiuri: loro vogliono arrivare almeno all'inizio del 2015. Berlusconi e Renzi (ma non lo può ammettere senza creare disagi nel #Pd) vorrebbero che si svolgessero le elezioni politiche anticipate accorpate alle prossime elezioni europee previste a maggio 2014.

Pubblicità
Pubblicità

Buona anche la crescita di Grillo.

Ma vediamo in dettaglio le intenzioni di voto dei cittadini intervistati (sondaggio Ixe'- 10 gennaio 2014):

Centrodestra

  • Forza Italia, guadagnando mezzo punto in una settimana, si attesta al 21,5%;
  • La Lega Nord con -0,4% si attesta al 3,4%;
  • Fratelli d'Italia perde lo 0,3% ed adesso è al 2,1%;
  • Il Nuovo Centrodestra di Alfano perde lo 0,5% ed ora è al 4,1%;
  • Altri centrodestra: stabili all'1,7%;

Il totale dello schieramento del centrodestra è complessivamente al 32,8% (calo 0,7% rispetto all'ultimo sondaggio del 20 dicembre 2013).

Centrosinistra

  • Il PD, aumenta dello 0,8% portandosi al 33,1%, nettamente il primo partito in Italia;
  • Sinistra Ecologia e Libertà perde lo 0,3% e si porta al 2,8%;
  • Altri centrosinistra: stabili allo 0,9%

Il Il totale dello schieramento del centrosinistra è complessivamente al 35% (aumento dello 0,5% rispetto all'ultimo sondaggio del 20 dicembre 2013).

Pubblicità

Il Movimento 5 Stelle aumenta dello 0,8% ottenendo col 22,1% la palma di secondo partito

L'Unione di Centro perde lo 0,1% e passa al 2,2%, mentre Scelta Civica perde lo 0,3% ed ottiene l'1,9% dei consensi.

La fiducia al Governo Letta è al minimo: solo il 22% degli intervistati ha stima dell'esecutivo. #Sondaggi politici