A quasi due settimane dalle elezioni politiche regionali in Sardegna, l'agenzia Datamedia - per conto de L'Unione Sarda - ha creato un sondaggio sull'intenzione di voto da parte dei cittadini sardi. Il dato più allarmante è la percentuale di sardi che non hanno alcuna intenzione di andare a votare. Secondo Datamedia saranno infatti il 49% dei cittadini con diritto di voto a non presentarsi alle urne il 16 febbraio 2014. Tra questo 49% sono stati inseriti però anche gli astenuti e gli indecisi.

I cittadini sardi avranno l'opportunità del "voto disgiunto", ovvero è possibile votare il candidato per la presidenza della Regione di un partito e la lista opposta.

Pubblicità
Pubblicità

Sondaggi politici elezioni Sardegna 2014: il presidente della Regione

Il primo sondaggio di Datamedia riguarda il voto sul presidente della Regione: in vantaggio l'attuale governatore Ugo Cappellacci con il 38.8% per conto del centrodestra, mentre si ferma al 35.6% Francesco Pigliaru del centrosinistra. Sorprende 20.1% per Michela Murgia, che recentemente è stata al centro di uno scontro con la Santanchè. Sembrano fuori gara invece Mauro Pili, fermo al 3%, Gigi Sanna, fermo all'1.5% e Pier Franco Devias fermo all'1%.

Sondaggi politici elettorali Sardegna 2014: le liste

La situazione cambia invece alla domanda su quale partito si è intenzionati a votare. A questa domanda il 43% ha scelto il centrosinistra, il 38% il centrodestra mentre il partito portato avanti dalla Murgia si ferma al 14%.

Pubblicità

Agli altri partiti minori rimangono le briciole.  #Sondaggi politici