Si è appena conclusa la puntata di Ballarò del 28 gennaio 2014, come di consueto siamo qui per illustrarvi l'esito dei #Sondaggi politici elettorali firmati Ipsos che non riguardano soltanto le intenzioni di voto degli italiani, ma il sentiment del campione intervistato su altre domande di carattere politico.

Nando Pagnoncelli che fra l'altro pare sia pronto per prendere il posto dell'indagato sondaggista Renato Mannheimer al Corriere della Sera, ha divulgato nella trasmissione Ballarò il risultato dei diversi sondaggi.

Se volete fare un confronto con le intenzioni di voto di altri 8 istituti risalenti alla scorsa settimana, potete farlo cliccando qui.

Pubblicità
Pubblicità



Sondaggi elettorali Ipsos per Ballarò, 28 gennaio 2014

Il PD con il 33,5% sale dello 0,3%, sale di mezzo punto anche #Forza Italia raggiungendo il 23,2%, terzo partito italiano è il #M5S con il 20,7% in leggerissimo calo dello 0,1%. Teoricamente l'ultima forza politica ad entrare nella nuova legge elettorale Italicum, sarebbe il Nuovo Centrodestra con il 6,0% ma che perde lo 0,4% rispetto allo stesso sondaggio Ipsos della scorsa settimana.

Passando ai piccoli partiti abbondantemente sotto la soglia di sbarramento del 5% , troviamo la Lega Nord al 3,2% che scende dello 0,3%, quasi invariato il dato dell'Udc al 3,1%, calo per Fratelli d'Italia al 2,2% (-0,3%), perde nella stessa percentuale Scelta Civica al 2,3%, stabile Sel al 2,3%.

Stranamente non sono stati resi noti i totali sulle intenzioni di voto per coalizioni, forse perchè il Centro non è più coeso, comunque a colpo d'occhio pare evidente che Centrosinistra e Centrodestra restano abbastanza vicini, in attesa dell'approvazione della legge elettorale Italicum che deve decidere se la soglia per il premio di maggioranza sarà del 35 o del 38%, ci accontentiamo di questi dati che se raffrontati a quelli di altri istituti, confermano delle differenze a volte enormi.

Pubblicità