Cresce il coro di no contro il cosiddetto decreto "svuota carceri" in discussione nell'Aula della #Camera dei Deputati.

Il decreto anti sovraffollamento nelle carceri e per la tutela dei diritti dei detenuti approvato dal Governo Letta tornerà tra le polemiche alla commissione Giustizia di Montecitorio e dovrà essere convertito in legge entro il 22 febbraio.

Ma battaglia viene preannunciata da più fronti. Dopo il Movimento 5 stelle di #Beppe Grillo e la Lega nord di Matteo Salvini a Montecitorio hanno posto le pregiudiziali di costituzionalità che però sono state bocciate dalla Camera, si è schierato contrario al provvedimento anche il partito Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni.

Pubblicità
Pubblicità

"E' un vero e proprio indulto – ha detto Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d'Italia, durante l'esame alla Camera - che abbandona le vittime dei reati e le persone perbene". Tra l'altro "non è come tutti gli altri indulti, cioè retroattivi – ha sottolineato Cirielli – ma si tratta di un indulto a regime poichè – secondo Cirielli - fino al 2015 consentirà una serie di sconti di pena".

Tutto ciò sta avvenendo "senza che vi sia il coraggio non soltanto di affrontare i due terzi del Parlamento come prevede l'articolo 79 della Costituzione - ha ricordato il deputato di Fratelli d'Italia – ma senza nemmeno pronunciare di fronte all'opinione pubblica la parola indulto. Forse – ha aggiunto Cirielli – per compiacere il segretario del Partito democratico Matteo Renzi che ha detto che l'indulto non si deve fare e quindi non si fa".

Pubblicità

Sembra chiedere di più invece il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano. Il deputato Alessandro Pagano (Ncd) ha dichiarato che malgrado gli obiettivi condivisibili il decreto non può essere considerato risolutivo per il problema del sovraffollamento carcerario.

Insoddisfatte diverse associazioni che si occupano di giustizia e diritti dei detenuti. Per  il 9 gennaio alle 11.30, nella sala stampa della Camera, è stata convocata una conferenza stampa durante la quale alcune associazioni presenteranno "osservazioni e proposte di emendamenti al decreto legge Cancellieri". A promuovere l'incontro con i giornalisti mentre è in discussione il decreto "svuota carceri" il coordinamento Garanti detenuti, l'Unione delle Camere Penali, il Comitato Tre Leggi e le associazioni e Forum Droghe; parteciperanno alcuni parlamentari del Pd e di Sel.

Intanto il ministro della Annamaria Cancellieri è andata ieri in visita nel carcere di Viterbo, recentemente alla ribalta delle cronache per una maxi rissa in cui sono rimasti feriti diversi detenuti. "E' un carcere con tanti problemi - ha dichiarato il ministro ai giornalisti - ma anche con grandi potenzialità". #Matteo Renzi