Ultimi sondaggi elettorali inerenti le prossime elezioni regionali per quanto riguarda la Regione Sardegna, il sondaggio è realizzato dall'istituto Datamedia Ricerche, ed è datato 13 gennaio 2014. La sorpresa della competizione elettorale isolana sarà la mancanza della lista relativa al Movimento 5 Stelle, impantanata in problematiche interne non è riuscita a presentarsi. Per il resto si profila il solito scontro tra il centrodestra, con la coalizione guidata dalla rinata Forza Italia e che schiera Ugo Cappellacci, e il centrosinistra che dopo l'elezione a segretario di Matteo Renzi presenta un Pd che vola nei sondaggi nazionali, che schiera Francesco Pigliaru. Quest'ultimo è stato a sua volta protagonista di un colpo di scena interno alla sua coalizione, bruciando di fatto all'ultimo tuffo il collega di partito Marracciu, dato ormai come sicuro candidato alla presidenza della Regione. Infine quello che potrebbe essere il terzo incomodo, ovvero da Michela Murgia, candidato con la lista Sardegna Possibile. 

Elezioni regionali in Sardegna, le intenzioni di voto al 13 gennaio.

Cappellaci (centrodestra ) 37%;

Pigliaru (centrosinistra) 33%;

Murgia (Sardegna Possibile) 24%.

Situazione quindi che non presenta certezze, con una forbice di distacco tra i due maggiori candidati che lascia di fatto la partita ancora aperta. Il dato invece che più fa riflettere è la stimata percentuale di astenuti, valutata da Datamedia intorno al 46%. Un dato preoccupante, sicuramente rafforzato dalla mancata presentazione della lista di Beppe Grillo, anche se normalmente la percentuale di astenuti tende a scendere in prossimità del voto, previsto per il giorno 16 febbraio#Elezioni politiche #Sondaggi politici