In Parlamento è sempre più vivo in questi giorni il dibattito sulla concessione di misure quali amnistia e indulto 2014, la speranza dunque per milioni di detenuti si avvicina? Il dibattito si fa difficoltoso in quanto da un lato vi è il parere completamente favorevole di Napolitano e dall'altro continuano le forti riserve ed opposizioni da parte di alcune forze politiche come Lega e M5S.

Su amnistia e indulto 2014 è intervenuto ancora una volta dal Parlamento Europeo #Giorgio Napolitano: le dichiarazioni del Presidente non lasciano dubbi sul suo pensiero. E' necessario intervenire ed offrire clemenza, si deve procedere per trovare una soluzione al fine di risolvere in qualche modo il grave problema del sovraffollamento delle carceri italiane, la situazione è divenuta inammissibile, anche sotto il profilo etico.

Pubblicità
Pubblicità

I detenuti meritano una qualità di vita più decorosa e allo stato attuale le carceri italiane non offrono questa garanzia.

Il Capo dello Stato italiano intervenendo al Parlamento Europeo ha infatti detto l'Italia non può far altro che mettersi "in regola sulle condizioni minime di vivibilità nelle carceri", ed ha aggiunto che le Camere, anche se non trovano opportuni provvedimenti come quelli di amnistia e indulto 2014, sono tenute per adeguarsi alla sentenza della Corte di Strasburgo quantomeno a trovare altre soluzioni.

Lega Nord e Movimento 5 Stelle assolutamente si sono detti in disaccordo con il provvedimento di amnistia e indulto 2014 perché ritengono che questa non sia la soluzione per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri italiane.

Anzi, il M5S ha definito anche il decreto svuota carceri solo un indulto mascherato, una soluzione che secondo il movimento potrebbe portare alla liberazione anche di mafiosi, assassini e stupratori.

Pubblicità

Sebbene non abbiano dato il loro voto né il M5S né la Lega Nord , alla camera, nonostante tutto, il decreto ha ottenuto la fiducia.

Quali le novità del decreto svuota carceri? D'obbligo i braccialetti elettronici nei domiciliari, l'affidamento in prova ai servizi sociali è permesso fino ad una pena detentiva di 4 anni, lo sconto di pena a semestre per accedere alla liberazione anticipata passa da 45 a 75 giorni, viene istituito il Garante dei detenuti, si amplia anche il campo di applicazione dell'espulsione per detenuti stranieri, lo spaccio di lieve entità diviene reato a parte, la detenzione a domicilio ha carattere permanente per una pena non superiore ai 18 mesi,

Sui 4 DDL a breve dovrebbero giungere nuove notizie da parte della Commissione Giustizia, la questione amnistia e indulto 2014 continua a creare accesi dibattiti, cosa ne pensa l'opinione pubblica? Il sovraffollamento delle carceri potrebbe essere davvero risolto con Amnistia e l'Indulto o sarebbero maggiormente opportune altre soluzioni?

Vi terremo costantemente informati sulla questione amnistia e indulto 2014, certi che l'argomento sia caro a molti detenuti e alle loro famiglie che continuano a sperare in un atto di clemenza.

#Governo #Camera dei Deputati