Amnistia e indulto 2014, è d'accordo anche il presidente del #Senato della Repubblica Pietro Grasso per la concessione dei provvedimenti di clemenza contro l'affollamento nelle carceri. La seconda carica dello Stato ne ha parlato oggi a Trieste durante un corso di formazione politica organizzato dal senatore Francesco Russo del Partito democratico di Matteo Renzi.

Amnistia e indulto, Grasso: "Da soli non bastano"

"Amnistia e indulto - secondo il presidente del Senato - possono essere certamente un modo per affrontare il problema del sovraffollamento nelle carceri, ma questi provvedimenti - ha aggiunto Pietro Grasso secondo quanto riporta l'Ansa - non vanno presi da soli ma nel contesto di una valutazione globale".

Pubblicità
Pubblicità

Ma i provvedimenti di amnistia e indulto - chiesti dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con il messaggio alle Camere dello scorso 8 ottobre e sollecitati a più riprese dal ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri - da soli, secondo l'autorevole analisi del presidente del Senato Pietro Grasso, non possono risolvere il problema dell'affollamento nelle carceri già sanzionato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo.

Il presidente Grasso ha ricordato che "in passato amnistia e indulto hanno dato effetti immediati, ma poi - ha sottolineato l'ex Procuratore nazionale antimafia - è ritornato il problema del sovraffollamento negli istituti penitenziari".

Tra le misure da adottare contro il sovraffollamento nelle carceri secondo Grasso sarebbero utili le depenalizzazioni di alcuni reati come quelli previsti dalla legge Bossi-Fini sull'immigrazione irregolare o dalla legge Fini-Giovanardi sulle droghe leggere, leggi che il presidente Grasso ha definito "carcerogene".

Pubblicità

Ma è importante anche la riforma della custodia cautelare con nuove norme che rendo più stringenti i criteri per disporla.

Amnistia e indulto, Grasso: "Spero presto"

Sottolineando i contenuti del messaggio alle Camere del Capo dello Stato su amnistia e indulto, il presidente del Senato ha spiegato che l'iter parlamentare per alcune leggi è già partito e "spero che al più presto - ha concluso Pietro Grasso - si possa realizzare questo risultato".

Dei ddl per la concessione di amnistia e indulto si tornerà a discutere domani in commissione Giustizia al Senato, dove è stato calendarizzata per l'11, il 12 e il 13 febbraio la prosecuzione dell'esame congiunto dei quattro disegni di legge presentati dai senatori Manconi, Compagna, Buemi, Barani più altri, terminato il quale, ha detto il presidente della commissione Francesco Nitto Palma, bisognerà decidere se presentare un "testo base" o un "testo unificato" da portare al vaglio delle Camere. #Camera dei Deputati #Presidenza della Repubblica