Dopo le polemiche degli ultimi giorni, la Presidente della Camera Laura Boldrini è stata querelata dalla deputata del Movimento 5 Stelle Roberta Lombardi, a causa dell'intervento della suddetta alla trasmissione di Fabio Fazio Che Tempo Che Fa. In tale occasione infatti, parlò del #M5S come di una forza politica "eversiva" descrivendo gli utenti del blog di Grillo come dei "potenziali stupratori" che istigano alla violenza e si scagliano contro il governo e la presidenza.

Questa calunnia non è stata vista positivamente dagli elettori del M5s, che hanno subito ricorso alla denuncia. Nel documento si legge come la Boldrini, manifestando la propria avversione nei confronti dei deputati del Movimento 5 Stelle e di tutti gli appartenenti al Movimento, abbia rilasciato dichiarazioni e formulato delle accuse molto gravi, diffamatorie e non consone al ruolo che riveste di garanzia degli equilibri democratici all'interno del ramo del Parlamento che presiede.

Inoltre la Presidente non sembra avere esitato ad utilizzare espressioni lesive dell'onore e del decoro degli appartenenti al M5s, con il solo fine di danneggiare la loro immagine screditandone la reputazione. Infine le si contesta di avere espresso questa opinione in prima serata su un'emittente televisiva pubblica, attraverso cui il suo ruolo appariva davanti agli occhi degli spettatori autorevole e di prestigio: con le sue affermazioni, ha suscitato paura e diffidenza nei confronti del M5s, soprattutto in quelle persone che non seguono il web, ove le attività di questa forza politica sono ampiamente documentate. #Beppe Grillo