Il #Governo Renzi che forse sta per nascere (contrariamente a quanto ci si sarebbe aspettati da un personaggio come #Matteo Renzi) porta inevitabilmente con sé il toto ministri, per capire quali potrebbero essere i volti di questo nuovo esecutivo. Va detto che, per il momento, Enrico Letta sta tenendo duro, che ci sono numerose controindicazioni che sconsiglierebbero la manovra e che la soluzione che porterebbe a elezioni anticipate sarebbe di gran lunga preferita dagli italiani. Ma a quanto pare un governo Renzi potrebbe nascere davvero.

E quali sarebbero i ministri del governo Renzi? Come viceministro dovrebbe rimanere al suo posto Angelino Alfano, che però non manterrà anche la carica di ministro degli Interni.

Pubblicità
Pubblicità

Quella casella potrebbe essere occupato da Graziano Delrio oppure da Dario Franceschini. Lo stesso Franceschini potrebbe però diventare presidente della Camera, qualora Sel decidesse di appoggiare questo governo e quindi Laura Boldrini entrasse a far parte del nuovo esecutivo. Si vedrà.

Agli Esteri dovrebbe andare Enrico Letta, come da tradizione, ma se tra i due continuerà a esserci un clima da guerra fredda, è più probabile che Emma Bonino si tenga stretto il suo posto. Soluzione che farebbe contento Napolitano, che preme per la continuità anche tra i ministri del governo Renzi. Ministro dell'Economia potrebbe diventare Tito Boeri, mentre in lizza per diventare ministro del Lavoro c'è soprattutto Guglielmo Epifani, ex segretario del #Pd verso cui l'attuale leader del Partito Democratico sente un debito per come ha gestito (bene) il periodo di transizione.

Pubblicità

Ministro della Cultura invece sarebbe uno dei nomi di punta tra gli intellettuali italiani: Alessandro Baricco, amico di Renzi. E sempre tra gli amici di Renzi spunta il nome di Oscar Farinetti, all'Agricoltura. E siccome è importante tenersi stretti anche i nemici, una casella nel governo Renzi dovrebbe spuntare anche per Pippo Civati e Fabrizio Barca.