Con la messa in prevendita dei biglietti su Happyticket ormai è ufficiale: #Beppe Grillo torna nei teatri per una nuova campagna elettorale e inaugura l'inedito format dei comizi a pagamento.

Una innovazione piuttosto singolare anche per una politica italiana ormai abituata a qualsiasi cosa.

In un quadro politico ormai dai contorni quasi splatter, il leader dei 5 stelle torna a calcare i palchi e spiazza tutti con questa nuova controversa mossa. Dopo diversi anni, tornerà quindi a chiedere il prezzo del biglietto trasformando di fatto un comizio in spettacolo a pagamento.

Sarà interessante capire se questi eventi saranno un business una tantum per rimpinguare le finanze del leader o se sarà piuttosto una nuova forma di finanziamento dell'attività politica del MoVimento di cui Grillo è tuttora il "socio" forte.

Pubblicità
Pubblicità

Il nuovo tour in 6 tappe è stato battezzato "Te la do io l'Europa" e gli eventi segneranno l'apertura della campagna elettorale del MoVimento in vista delle elezioni che il 25 maggio prossimo si terranno nei 28 paesi membri e che determineranno il rinnovo del Parlamento Europeo.

Si preannuncia una campagna di denuncia e di feroce critica a tutto campo sull'euro, sulla crisi economica e sulle modalità di gestione della stessa da parte della tecnocrazia europea.

Il debutto avverrà a Catania il primo aprile per poi toccare nella le altre 5 città: Ancona, Milano, Bologna, Padova, per chiudersi a Firenze.

Il grillismo si connota sempre più come un vero e proprio fenomeno di dadaismo politico dove ogni convenzione e standard tradizionale viene stravolto e riformulato mescolando con sapienza elementi di spettacolo, tecnologia e business con il risultato di trasformare l'attività politica in un format comunicativo sui generis.

Pubblicità

Rimane da valutare l'impatto sugli spettatori-elettori del passaggio dalle popolari piazze dello Tzunami Tour del 2013 agli elitari biglietti di teatro del 2014.

Consigli per il voto a partire da 23 euro circa. #Elezioni politiche #Unione Europea