Ci sono volute due ore e quindici minuti di consultazione al Quirinale, un annuncio anticipato su Twitter di #Matteo Renzi, che stava per arrivare, e così è stato: è appena giunto in diretta tv l'annuncio di Renzi, il premier incaricato.

Questa la nuova formazione governativa:

Matteo Renzi, presidente del Consiglio

Ministeri con portafoglio:



Graziano Delrio, sottosegretario alla presidenza del Consiglio



Angelino Alfano, ministero dell'Interno



Roberta Pinotti, ministero della Difesa



Federica Guidi, ministero dello Sviluppo economico



Maurizio Martina, ministero delle politiche agricole



Giuliano Poletti, ministero del Lavoro



Dario Franceschini, ministero della Cultura



Andrea Orlando, ministero della Giustizia



Federica Mogherini, ministero degli Esteri



Pier Carlo Padoan, ministero dell'Economia.

Pubblicità
Pubblicità



Gianluca Galletti, ministero dell'Ambiente



Beatrice Lorenzin, ministero della Salute



Maurizio Lupi, ministero delle Infrastutture e dei Trasporti



Stefania Giannini, ministero dell'Istruzione e della ricerca



Ministeri senza portafoglio:

Maria Elena Boschi, ministero delle riforme e dei rapporti con il Parlamento



Marianna Madia, ministero della semplificazione



Maria Carmela Lanzetta, ministero degli Affari Regionali

Il nuovo premier Matteo Renzi ha elencato i nuovi ministri e ha tagliato corto perché, ha detto, mostrandosi scherzoso: "Non vi voglio fare perdere Sanremo".

I Ministri sono solo 16.

Importante e di rilievo la percentuale di donne Ministro, la metà sono donne.

Confermati Angelino Alfano e la Lorenzin.

Il giuramento è previsto per sabato alle ore 11.30.