Eccoci con l'ultimo dei sondaggi politico elettorali divulgato tramite pubblicazione dal quotidiano Il Tempo il 5 febbraio 2014. I dati sulle intenzioni di voto sono stati elaborati dall'istituto Datamedia Ricerche.

Vedremo le percentuali risultanti dai sondaggi sui partiti maggiori come PD, Forza Italia e #M5S, ma anche di tutti gli altri, inoltre l'effetto sulle possibili coalizioni e il conseguente scenario politico che si presenterebbe in base alla nuova legge elettorale Italicum nata sull'asse Renzi-Berlusconi ma che deve ancora essere approvata in via definitiva.

Sondaggi elettorali Datamedia per Il Tempo del 5 febbraio 2014

Invariato il dato del PD che si assesta al 32,0%, risale dello 0,2% il partito di Forza Italia che arriva al 22,5%.

Pubblicità
Pubblicità

Chi sale più di tutti è il M5S che raggiunge il 21,0%.

Appena sopra la soglia di sbarramento fissata al 4,5% (stando alla bozza della nuova legge elettorale Italicum), il Nuovo Centrodestra con il 4,9%. Gli altri partiti restano ampiamente sotto la soglia minima, troviamo la Lega Nord ferma al 3,5%, Sel al 3,0% in lievissimo rialzo, stesso mini trend per l'Udc al 2,7%, perde qualcosa Fratelli d'Italia con il 2,0%, ex equo per Scelta Civica e La Destra con l'1,0%.

Intenzioni di voto per coalizione, sondaggio Datamedia del 5 febbraio 2013

C'è il sorpasso del Centrodestra sul Centrosinistra, dovuto più che altro all'arrivo nel polo di Berlusconi del partito di Casini, consensi totali pari al 36,9%. Il CSX rimane stabile al 36,0%. Come già detto, il Movimento 5 Stelle è dato al 21,0%.

Pubblicità

Stando all'esito di questi sondaggi elettorali e in proiezione al sistema Italicum basato sull'accordo Berlusconi-Renzi, si andrebbe al ballottaggio nel 2° turno fra CDX e CSX, ma tenendo presente che il margine di errore sui dati è pari almeno al 2-3%, si capisce come lo scenario politico attuale nel caso si dovesse andare oggi al voto, sarebbe alquanto incerto.

#Silvio Berlusconi #Sondaggi politici