Diventa sempre più rovente il clima attorno alle istituzioni italiane, scosse da un cambio della guardia che si sta svolgendo in queste ore; l’ex premier Enrico Letta ha rassegnato le dimissioni dopo essere stato sfiduciato dal proprio partito, e con tutta probabilità sarà il segretario del #Pd #Matteo Renzi a prenderne il posto.



In tutto questa manca però un passaggio fondamentale, ovvero il parere degli italiani, con lo scalino costituito dalle elezioni ad essere stato totalmente scavalcato; considerato il clima rovente, le appartenenze politiche si vanno ora rinsaldando ora sciogliendo, con i sondaggi politici e le intenzioni di voto a costituire l’unico autentico termometro del delicato momento politico.

Pubblicità
Pubblicità





Oltre ai #Sondaggi politici e alle intenzioni di voto elaborate dagli istituti Ipsos e Tecnè relativamente a Pd, Forza Italia e M5S, vi daremo anche conto di cosa pensano gli italiani relativamente al cambio di governo e alla probabile nuova leadership di Renzi.

Sondaggi politici: intenzioni di voto Ipsos e parere su Pd, Forza Italia e M5S

Partendo dall’istituto Ipsos, i sondaggi politici attinenti alle intenzioni di voto fotografano una situazione al momento stabile; ancora una volta domina il Pd (33%), con Matteo Renzi che rimane in testa tra i leader preferiti conquistando oltre il 50% di consensi; seconda forza del paese Forza Italia col 23%, mentre sul gradino più basso del podio troviamo ormai da qualche tempo il M5S. In caso di voto tramite il meccanismo previsto dall’Italicum, stando sempre ai sondaggi politici e alle intenzioni di voto diffuse da Ipsos, a spuntarla sarebbe il Centrodestra che come coalizione raggiungerebbe il 37,5% a fronte di un Centrosinistra fermo a quota 36,5%.

Sondaggi politici: intenzioni di voto Tecnè e parere su Pd, Forza Italia e M5S

I sondaggi politici con relative intenzioni di voto diffuse da Ipsos trovano sostanziale conferma nelle proiezioni stilate da Tecnè, con il Pd sempre primo partito a quota 31% e il duo Forza Italia-M5S a seguire dietro rispettivamente a quota 25,4 e 21,6%. Particolarmente corposo però il partito dei non votanti, che sale dal 47,7% al 48,9%.



I sondaggi politici con intenzioni di voto Tecnè confermano il dato Ipsos anche con riferimento alle coalizioni, certificando tuttavia divari più rimarcati: il Centrodestra figura infatti in testa a quota 39,4%, con il Centrosinistra al 33,7%. Anche in questo caso dunque, in caso di voto con il sistema Italicum il centrodestra accederebbe al premio di maggioranza.

Sondaggi politici: il parere degli italiani sulla staffetta Letta-Renzi

Come abbiamo anticipato in apertura, si va profilando un nuovo governo con Renzi premier, il tutto senza passare dal voto. Qual è il parere degli italiani in proposito? Stando al sondaggio politico condotto da Ipr Marketing e pubblicato su Il Mattino, quasi metà degli elettori coinvolti (48%) vorrebbe il voto subito dopo l’approvazione della legge elettorale; escluse le concezioni minoritarie risalta il dato su quanti apprezzerebbero un governo Renzi senza passare dalle elezioni, solo il 16%, con un buon 40% ad aver dichiarato che né Renzi né Letta avrebbero la stoffa per ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio dei Ministri.



I sondaggi politici con relative intenzioni di voto Ipsos, Tecnè e Ipr Marketing parlano in definitiva chiaro; Pd primo partito, Centrodestra prima coalizione e voto prima di passare alla formazione di un nuovo governo. L’unica cosa certa è che quest’ultimo scenario non si concretizzerà dato che incassate le dimissioni di Letta, il Presidente della Repubblica Napolitano ha annunciato che darà il là alle consultazioni per eleggere un nuovo premier senza passare dall’Aula.