Doppio sondaggio politico elettorale divulgato da Agorà il 21 febbraio 2014, i cui dati sulle intenzioni di voto sono state rilevate dall'istituto Ixè.

Nel primo sondaggio vedremo le preferenze degli italiani sui soliti partiti con in testa #Pd, #M5S e Forza Italia, e anche l'effetto sulle coalizioni in proiezione della futura legge elettorale Italicum.

Il secondo sondaggio riguarda le intenzioni di voto degli italiani con riferimento alle prossime Elezioni Europee 2014, oltre alle forze politiche note, viene indicato anche l'evenutale consenso della lista Tsipras.

Intenzioni di voto Ixè - Agorà del 21 febbraio 2014 per eventuali elezioni Politiche

La staffetta Letta-Renzi non convince gli italiani e in particolare gli elettori di sinistra, il PD con il 29,4% fa registrare un calo dello 0,1%.

Pubblicità
Pubblicità

Il M5S ne trae benficio e con il 23,7% sale dell'1,3%. Forza Italia come del resto sostengono quasi tutti i sondaggisti, rimane pressochè stabile al 21,7%.

Passiamo agli altri partiti minori: la Lega sopravanza il Nuovo Centrodestra ottenendo il 3,7% contro il 3,6% di Alfano. Guadagna lo 0,3% Sel che arriva al 3,2%, cala dello 0,2% Fratelli d'Italia-An che si attesta al 3,0%.

Imbarazzante l'effetto sulle coalizioni: nessuna fra Movimento 5 Stelle al 23,7%, con Centrosinistra e Centrodestra ex equo al 35,2%, raggiunge la soglia minima del 37% necessaria ad ottenere al primo turno il premio di maggioranza previsto dall'Italicum. CSX e CDX andrebbero dunque al ballottaggio nel secondo turno.

Intenzioni di voto Ixè - Agorà del 21 febbraio: Elezioni Europee 2014

A circa 100 giorni dal voto per le Europee, ecco come si esprimono gli italiani: Rischia il PD che ottiene il 27,6% dei consensi, a seguire il M5S con il 24,9%, segue Forza Italia al 22,4%.

Pubblicità

Bene si comporta la lista Tsipras con il 7,2% che vuole rimanere in Europa e nell'Euro ma sovvertendo le attuali regole della UE come lo sforamento del 3% e più in generale sulla politica di austerity. #Sondaggi politici