Sono sondaggi elettorali molto attesi quelli che riguardano le intenzioni di voto degli italiani all'indomani delle dimissioni di Enrico Letta e della formalizzazione della nomina di Matteo Renzi come nuovo presidente del Consiglio: le reazioni dei cittadini del Belpaese sono contrastanti e danno il metro di come la scelta dell'ormai ex sindaco di Firenze non sia totale espressione della volontà popolare. 

Sondaggi politici Ixè: gli italiani vogliono le urne 

Secondo il sondaggio di Ixè in esclusva per il programma di Rai3 Agorà, 6 italiani su 10 vorrebbero infatti tornare alle urne in autunno per esprime la propria preferenza per i candidati Premier in lizza: un'eventualità che, per come stanno le cose ora, sembra del tutto irrealizzabile in breve tempo.

Pubblicità
Pubblicità

L'idea di Renzi di portare questo Governo fino alla naturale scadenza del 2018 piace al 25% degli italiani mentre per un'altra porzione di cittadini sono necessarie elezioni ma senza fretta: per il 12% si può votare nel 2015, dopo aver messo in atto le riforme urgenti per il Paese.

Renzi Premier? Il gradimento già scende... 

Per quanto riguarda le proiezioni partito per partito, si segnala un contraccolpo praticamente nullo per il PD che perde lo 0,2% confermandosi prima forza del paese al 30,5%. Perde lo 0,4% il M5S che si attesta al 22,6%, mentre Forza Italia rimane stabile al 21,6%. La fiducia nei leader politici vede Matteo Renzi ancora stabile in vetta nonostante il calo del 2%: il segretario del Partito Democratico è al 53%, seguito da Giorgio Napolitano al 40%, Enrico Letta al 37%, Beppe Grillo al 33% e Silvio Berlusconi al 23%.

Pubblicità

#Sondaggi politici