Appuntamento immancabile con i #Sondaggi politici svolti dalla Ghisleri-Euromedia Research e pubblicati nel web da Il Mattinale, e quelli dell'istituto Demopolis tramite la trasmissione Otto e Mezzo di La7. Vediamo se ci sono come spesso capita delle incongruenze specie sui tre partiti maggiori, #Pd, #M5S e Forza Italia potendo valutarli in un confronto.

E' importante seguire l'andamento delle intenzioni di voto degli italiani e le loro rilevazioni tenendo conto del prossimo insediamento del Governo Renzi che ha suscitato nei modi una certa perplessità.

Sondaggi elettorali Euromedia - Il Mattinale del 18 febbraio 2014

Primo partito è sempre il PD con il 29,9% in calo dello 0,9%.

Pubblicità
Pubblicità

Forza Italia che dieci giorni fa era ex-equo con il partito di Grillo, avanza di mezzo punto e si porta al 23,0%. Arretra invece e sempre nella stessa misura il M5S che scende al 22,0%.

Vola la Lega al 4,5% in aumento dello 0,6%, sembra inesorabilmente perdere consensi il Nuovo Centrodestra che adesso fa registrare il 3,7%. Il vero e proprio balzo in avanti lo compie SEL che passa dal 3,6% addirittura al 4,8%, come vedremo in contrasto con il successivo sondaggio ma anche con tutti gli altri istituti. Sale dello 0,3% Fratelli d'Italia che giunge al 2,3%, flessione per l'UDC che scende all'1,8%.

L'effetto sulle coalizioni è il seguente: Centrodestra con il 36,8% sale dell'1,2%, in aumento anche il dato totale del Centrosinistra che arriva al 35,6% guadagnando mezzo punto.

Aumenta anche il partito del non voto che sale fino al 35,8% in ascesa di circa 2 punti percentuale.

Pubblicità

Tenendo conto del Movimento 5 Stelle che è al 22,0%, se fossero questi i risultati elettorali, secondo le regole dell'Italicum si andrebbe al ballottaggio.

Sondaggi elettorali Demopolis per Otto e Mezzo La7 del 19 febbraio 2014

Il PD viene dato al 30,0%, ma è da notare che rispetto all'ultimo sondaggio effettuato quasi 3 settimane fa, c'è stato un calo del 2,0%. Guadagna 1 punto il M5S che si porta al 23,0% confermandosi secondo partito, e già qui c'è una differenza sostanziale con quanto rilevato dalla Ghisleri. Sale anche Forza Italia con il 22,0% in rialzo dello 0,4%.

Molto alto rispetto alle intenzioni di voto riportati questa settimana dagli altri istituti, è la percentuale del Nuovo Centrodestra che ottiene il 6,8% dei consensi (+0.4%). Molto indietro e quasi stabile la Lega con il 3,8%, Fratelli d'Italia è indicato al 3,1%, Sel invece è solo al 2,9%.

Se diversi dati e trend che riguardano soprattutto i partiti minori sono in frequente distonia con il sondaggio precedente, il dato totale per coalizioni è molto simile. Il Centrodestra ottiene il 36,0%, il Centrosinistra il 35,0% con il Movimento 5 Stelle al 23,0%. Anche qui dunque, non ci sono vincitori ma il ballottaggio con una forbice quasi identica e dello stesso segno leggermente a favore di Berlusconi.