La situazione drammatica in Ucraina, sottoposta ad assedio dalle truppe russe, pone dei seri interrogativi per quanto riguarda l'ordine politico mondiale: il presidente americano Barack Obama e il cancelliere tedesco Angela Merkel hanno lanciato appelli, nelle ultime ore, affinchè venga scongiurata l'ipotesi di un conflitto tra le due nazioni.



Nelle ultime ore, però, stanno salendo le quotazioni di un 'mediatore speciale', colui che potrebbe intercedere con successo nella delicata situazione di Kiev: stiamo parlando di #Silvio Berlusconi

Non dimentichiamoci, infatti, che il leader di Forza Italia e il Presidente russo Vladimir Putin hanno un rapporto di amicizia che va oltre il rapporto politico. 



Ecco perchè il partito del Cavaliere sta facendo pressione affinchè venga predisposta questa operazione diplomatica che potrebbe bissare il successo ottenuto nell’estate del 2008, quando la crisi della Georgia mise a repentaglio la pace in Europa. 

In quel periodo, come viene ricordato dal vice presidente della Commissione europea Antonio Tajani, l'allora capo di Stato francese, Nicolas Sarkozy e Silvio Berlusconi riuscirono a fermare Putin, impedendo lo spargimento di sangue innocente.

Pubblicità
Pubblicità



Il leader russo e l'ex presidente del Consiglio si sono anche incontrati anche di recente, subito dopo la condanna di Silvio Berlusconi al processo per frode fiscale. Putin, in visita ufficiale a Roma, volle concludere il suo viaggio in Italia con una cena privata a casa del Cavaliere: chissà se anche stavolta ci sarà l'intervento dell'uomo politico di Arcore che potrebbe sfruttare la situazione anche dal punto di vista delle preferenze elettorali.