Le elezioni europee 2014 sono sempre più vicine e il Movimento 5 Stelle si prepara a selezionare i candidati che dovranno partecipare alla competizione elettorale che, nelle speranze di Grillo e Casaleggio, dovrebbe portare a un vero e proprio trionfo. Ancora non si conoscono i candidati #M5S, ma iniziano a trapelare quelle che saranno le regole per decidere le candidature. Da oggi ogni momento è buono perché sul blog di Beppe Grillo appaiano le regole ufficiali.

Anche perché il tempo per scegliere i candidati del Movimento 5 Stelle per le elezioni europee 2014 stringe: le liste vanno consegnate entro metà aprile. Da quello che si sa, comunque, tutto il processo di selezione dei candidati sarà concluso entro il 5 di aprile, quando poi partirà il lunghissimo tour elettorale che porterà i vari candidati a girare in lungo e in largo l'Italia.

Pubblicità
Pubblicità

Quali sono queste regole per candidarsi alle elezioni europee 2014? Al di là del fatto che i candidati dovranno essere incensurati e non appartenere alla massoneria, dovranno essere iscritti al M5S da prima del 2013, ma potranno non essersi ancora candidati finora, a differenza di quanto avvenuto per le competizioni precedenti. Si pensa anche a una penale per chi - una volta eletto - decidesse di cambiare gruppo. Una penale che potrebbe arrivare addirittura a 250mila euro (e chi non ce li ha?).

Ma soprattutto è ormai quasi certo che per scegliere i candidati alle elezioni europee del Movimento 5 Stelle si dovrà passare attraverso un doppio turno. Inizialmente infatti ci sarà una prima scrematura su base regionale, e poi chi avrà passato questo primo filtro si sottoporrà a un secondo filtro in base alla circoscrizione nella quale si candida (nord est, nord ovest, centro, sud, isole).

Pubblicità

Un modo per evitare che i candidati del Movimento 5 Stelle per le elezioni europee siano, come già avvenuto in passato, semplicemente quelli che hanno più amici e parenti disposti a votare. #Elezioni politiche