Dopo lo scandalo dei rimborsi che ha colpito la Regione Piemonte nei mesi scorsi, il Tar ha deciso di annullare le elezioni regionali del 2010. In particolare, i motivi della scelta derivano dal fatto che venne presentata una lista con 27 mila preferenze, di cui 15 mila sono state contestate. Le firme false hanno fatto sì che il Tar decidesse di invalidare il procedimento elettorale. E', quindi, tempo di eleggere il nuovo presidente della Regione Piemonte, che prenderà il posto di Cota.


L'ex governatore della regione Piemonte, Roberto Cota, in data 13 marzo 2014 ha comunicato che in seguito a quanto ordinato dal Tar con la sentenza del 6 marzo 2014, domenica 25 maggio 2014 ci saranno le elezioni per eleggere il nuovo presidente della Regione Piemonte.


Cota si è visto obbligato ad emanare il decreto perché, in caso contrario, la Regione sarebbe stata commissariata e Paola Basilone - prefetto di Torino - avrebbe dovuto decidere la data utile per votare. Salvo cambi di programma dell'ultimo minuto, quindi, tutti i residenti nella regione Piemonte saranno chiamati alle urne per votare contestualmente alle regionali, europee e comunali. Elezione triplice insomma.


In aggiunta, Roberto Cota ha emanato il decreto che, ai fini delle prossime elezioni regionali, ripartisce i 40 seggi del Consiglio regionale alle circoscrizioni provinciali, a seconda della popolazione che risiede legalmente nella regione. In particolare, 21 seggi sono destinati a Torino, 5 a Cuneo, 4 ad Alessandria, 3 a Novara, 2 ad Asti, Biella e Vercelli, infine, 1 al VCO.

I 10 seggi che rimangono fuori dovranno essere assegnati utilizzando il sistema maggioritario. Inoltre, come prescritto dall'articolo 17 dello Statuto regionale, il Consiglio dovrà essere formato dal Presidente di giunta e da 50 consiglieri. Tutto pronto, quindi, per le elezioni regionali.

Ricordiamo che le prossime elezioni regionali per elezioni del presidente della Regione Piemonte sono fissate per domenica 25 maggio 2014.  Maggiori dettagli saranno forniti successivamente all'avvicinarsi della data del voto. #Elezioni politiche