L'esecutivo tecnico sta lavorando sulle importanti e urgenti riforme per rilanciare lo sviluppo e la crescita economica dell'Italia e sostenere i cittadini italiani sempre di più in difficoltà economica, stretti dalla morsa di una forte pressione fiscale che è arrivata alla soglia del 70% tra tasse dirette e indirette. Nelle ultime ore alla Camera il governo Renzi ha approvato il disegno legge della delega fiscale per la Riforma del Fisco 2014.

Dopo l'annuncio dell'aumento di 80 euro nella busta paga dei lavoratori dipendenti statali italiani, senza effettiva copertura finanziaria, l'aumento della benzina, la riforma della PA che prevede 85 mila esuberi, e la proposta della Riforma della Giustizia entro maggio attraverso bonus e sconti pena ai detenuti, con l'approvazione della legge delega fiscale l'esecutivo ha dato il via alla Riforma della Fisco 2014, e il viceministro all'Economia Luigi Casero ha reso noto l'obiettivo di rivoluzionare del sistema fiscale e contrastare l'evasione fiscale.

Pubblicità
Pubblicità

La riforma cambierà il calcolo delle rendite catastali, la revisione di diverse imposte indirette, quali le imposte catastali, ipotecarie e di registro, realizzerà l'ammodernamento telematico per l'invio della dichiarazione dei redditi a casa del dipendenti e di pensionati, il riordino dei regimi semplificati, la semplificazione degli adempimenti, e il nuovo Isee per le aziende, che consentirà alle PMI di usufruire dei pagamenti rateizzati dei debiti con il fisco e dei piani di tutoraggio.

Per consentire una ripresa economica e sostenere i contribuenti saranno introdotte misure per la lotta all'evasione fiscale, attraverso forme di cooperazione tra aziende e fisco e i pagamenti e fatturazione elettronici; inoltre saranno introdotte misure per contrastare la lotta al gioco d'azzardo e la tutela dei minori attraverso un diminuzione delle accise dei tabacchi e dei giochi, e con l'introduzione del divieto di pubblicità di giochi che prevedono vincite in soldi; infine saranno previste ulteriori agevolazioni per l'Ecobonus ristrutturazioni.

Pubblicità

#Matteo Renzi