Sembrava una battuta alla Diego Abatantuono quando in uno dei suoi film comici dice: "Signor Pubblico Menestrello" invece di "Ministero". Invece, quella di Davide Tripiedi, deputato del 'Movimento Cinque Stelle' è stata una gaffe in buona fede, ma comunque divertente, tanto che numerosi colleghi non sono riusciti a trattenere una certa ilarità.

Il 30enne grillino, eletto alla #Camera dei Deputati e proveniente dalla III circoscrizione Lombardia, nel corso del dibattito alla Camera sul provvedimento in materia di lavoro, è intervenuto per presentare il suo discorso. Al momento di alzarsi in piedi e di prendere la parola, Tripiedi ha detto, per rassicurare gli altri deputati sulla velocità del suo intervento: "Gentile presidente, sarò breve e circonciso".

Al momento della gaffe, è sceso un gelo d'imbarazzo nella Camera dei Deputati, prima dell'intervento del presidente di turno, Simone Baldelli, che ha provveduto a correggere così il grillino: "Conciso, quella è un'altra cosa". Dopo il momento di sorpresa e impasse iniziale, gli altri parlamentari non sono riusciti a trattenere qualche risata per il "lapsus" del giovane politico italiano, infatti anche i colleghi di gruppo di Tripiedi, seduti intorno a lui, hanno cominciato a sorridere.

In ogni caso, il giovane deputato, che avrà forse pagato lo scotto dell'emozione per il primo intervento alla Camera dei Deputati, si è ripreso bene e ha avuto la capacità di portare a termine il suo discorso che, a conti fatti, è stato realmente "breve e conciso".