Gli avvocati italiani dovranno presto aggiornare il proprio codice civile, manca poco infatti per l'introduzione del reato di tortura. Il disegno di legge è stato già sottoposto al giudizio del #Senato e ne è uscito favorevole con 231 voti, nessun no e solo 3 astenuti dalle votazioni. Tocca adesso alla camera giudicare il ddl e decidere se approvarlo o modificarlo.

Cosa introdurrebbe il disegno di legge

Siamo ancora dietro a molti paesi europei che hanno già introdotto tale pena all'interno del proprio codice civile, con essa viene punito chiunque eserciti un comportamento inumano e provochi lesioni ad una persona in netta inferiorità; il reato sarà perseguibile per legge e scatterà dunque l'arresto per 3 anni nel minore dei casi, tuttavia se nella vittima fossero riscontrate lesioni più o meno gravi la pena potrebbe allargarsi a ben 30 anni, se le torture poi causassero il decesso scatterebbe immediatamente l'ergastolo.

Pubblicità
Pubblicità

Tutela anche nei confronti degli extracomunitari, con l'introduzione del reato di tortura infatti non potranno essere espulsi stranieri che nel loro paese vivono a rischio di lesioni e maltrattamenti.

Interessante dunque questa proposta che potrebbe diminuire le violenze in Italia, i pubblici ufficiali inoltre se colpevoli di tortura come già accaduto nelle tragedie passate andranno incontro ad una condanna maggiorata. Che sia arrivata tardi la proposta? Molte persone a cui spetterebbe dunque l'ergastolo potrebbero essere ancora qui in giro a "proteggerci".

#Camera dei Deputati