In realtà, non tutti sanno che le tante promesse così pubblicizzate da Matteo Renzi, all'americana con tanto di slide, devono essere ancora autorizzate dal Consiglio Europeo del 20 marzo 2014, dedicato ai temi economici. Più che altro, quello che deve essere autorizzato è l'aumento del disavanzo dal 2,6% a 2.8 punti percentuale che serve a finanziare il taglio delle tasse.

Senza infatti questo aumento del disavanzo, che ricordiamo ha un limite massimo del 3%, di fatto il Presidente del Consiglio ha promosso un programma legislativo senza avere le risorse necessarie per metterlo in pratica, almeno in parte. Il 20 marzo, in quel di Bruxelles, Renzi dovrà convincere il Presidente della Commissione Europea Ue José Manuel Barroso ad autorizzare questo aumento di disavanzo che servirà per finanziare un programma che sembra piacere agli italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Crescita ed occupazione sono i due punti fondamentali su cui tutta l'Europa vuole puntare, quindi non dovrebbe esserci alcun problema. Inoltre, Renzi ha assicurato che non avverrà alcun sforamento del tetto massimo messo a disposizione e che saranno rispettati i limiti nel rispetto degli accordi europei. Di fatto, Renzi sta per creare altri debiti ma la sua ragione, non condivisa dal suo partito, potrebbe anche andare a favore del Bel Paese perché per rilanciare un Paese ci vogliono risorse, il difficile è nel gestirle nel migliore dei modi.

Intanto si prova a vendere le auto blu, che saranno all'asta online a partire dal 26 marzo.  #Governo #Matteo Renzi #Unione Europea