Pare sia già finita la crisi del Movimento 5 Stelle dopo la serie di espulsioni, con tanto di dissidenti ed espulsioni. Questo è uno dei dati che emerge dall'esito dei sondaggi elettorali elaborati dall'istituto Emg e divulgati durante il Tg La7 di Enrico Mentana del 10 marzo 2014.

Le intenzioni di voto hanno anche messo in risalto una specie di contraddizione, il calo di Forza Italia viene in parte compensato dagli altri partiti di Centrodestra, in particolare è la Lega che salva con il FdI, Berlusconi. Paga pochissimo dazio all'ascesa del #M5S il PD di Renzi.

Parleremo anche di questi ultimi #Sondaggi politici condotti da Emg - La7 che riguardano il dato totale delle coalizioni e la percentuale sulla fiducia del Governo Renzi.

Pubblicità
Pubblicità

Entriamo però nel dettaglio.

Sondaggi politici elettorali EMG La7 del 10 marzo 2014

Intenzioni di voto elettorali ai partiti

Il PD resta sopra il 30%, infatti registra una flessione dello 0.2 ma scendendo solo al 30,4%. Riprende la corsa in avanti Grillo, il suo M5S guadagna lo 0.7 e arriva al 23,8%. Forza Italia perde lo 0.9 e crolla al 21,0%.

Vediamo gli altri partiti minori: bene la Lega che balza al 4,2% salendo di mezzo punto. Piccolo calo (0.1) del Nuovo Centrodestra al 3,5%. In rialzo anche Fratelli d'Italia dello 0.3 che raggiunge il 3,2%. Crollo di SeL che scende di mezzo punto dal 3,8% al 3,3%, sempre basso il dato di UdC all'1,6%, stesso discorso per Scelta Civica all'1,5%.

Alla voce Altri: quelli del CSx fanno registrare l'1,9% (+0.3), quelli del CDx (-0.1) all'1,2%.

Pubblicità

Ancora altri dati: Rifondazione Comunista all'1,2%, Verdi allo 0,6%, Idv e Fare-Fid allo 0,5%, altri all'1,6%.

Dato totale coalizioni

Resta ovviamente fuori da ogni possibilità di vittoria al primo turno della futura legge elettorale Italicum, secondo tutti i sondaggi, il M5S con il 23,8%. Senza ballottaggio il Centrosinistra vincerebbe con il 37,1% (compreso però il dato di SC) ma in calo dello 0.6. Il Centrodestra perde lo 0.4 e scende al 34,7%.

Poichè sappiamo dei margini di errore dei sondaggi elettorali (circa il 2-3%), Emg e della ancora dubbia composizione delle coalizioni, ha valutato la possibilità di un eventuale ballottaggio che vedrebbe la coalizione del CSX battere quella del CDX: 53,2% vs 46,8.

Concludiamo con la fiducia degli italiani sul Governo Renzi che scende dal 42 al 41 per cento.

#Matteo Renzi