I #Sondaggi politici sul Movimento 5 Stelle continuano a mostrare una chiara dinamica: il partito guidato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio ha accusato il colpo dopo le espulsioni decise nei confronti dei quattro senatori "dissidenti". In generale, sembra che la linea oltranzista non venga premiata. Almeno questo è quello che si evince dai sondaggi politici Emg trasmessi ieri sera dal TgLa7.

Il Movimento 5 Stelle, secondo questi sondaggi, perde infatti un altro mezzo punto e arriva al 23,1%. Si tratta comunque di un dato elevato e che ne farebbe la seconda forza politica in Italia - poco più di un punto sopra Forza Italia - ma il dato che potrebbe essere preoccupante per gli elettori del Movimento 5 Stelle è proprio il fatto che la linea "oltranzista" che è stata intrapresa erode i consensi nei confronti del partito.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto questo mentre, al contrario, il Partito Democratico guidato dal premier Matteo Renzi inizia invece a macinare consensi (ma bisogna vedere quanto e se durerà).

Il Pd, in questi sondaggi politici, sale infatti di quasi un punto percentuale e arriva al 30,6%. Con l'aggiunta di Sel e degli altri partiti del centrosinistra, il complesso della coalizione arriva al 36%. Il che significa un solo punto percentuale al di sotto della quota necessaria per aggiudicarsi il premio di maggioranza secondo la nuova legge elettorale Italicum.

Forza Italia, come detto, si trova invece al 21,9%, assieme agli altri partiti che (forse) saranno i suoi alleati alle prossime consultazioni politiche, il centrodestra raggiunge il 35,1% dei consensi.  #M5S