Ieri sera c'è stata la consueta puntata di Ballarò del 18 marzo 2014 condotta da Giovanni Floris. Come da fisso appuntamento settimanale siamo qui per illustrarvi l'esito dei #Sondaggi politici elettorali firmati Ipsos che riguardano le intenzioni di voto degli italiani, ma anche le loro risposte su altri quesiti politici riguardanti sia Berlusconi che Renzi.

Come facciamo sempre, metteremo anche a confronto le intenzioni di voto Ipsos presentate nel corso della puntata di ieri di Ballarò, con i dati risalenti alla settimana scorsa. Vediamo dunque, secondo i sondaggi di Nando Pagnoncelli, chi sale e chi scende fra PD, #M5S e Forza Italia, ma anche fra i partiti minori, infine il dato sulle coalizioni.

Pubblicità
Pubblicità

Segnaliamo subito il sorpasso del Centrosinistra sul Centrodestra che lo porterebbe a vincere le elezioni Politiche se si andasse a votare oggi, secondo le soglia minima necessaria per ottenere il premio di maggioranza stabilita dalla legge elettorale Italicum.

Sondaggi elettorali Ipsos per Ballarò, 18 marzo 2014

Il PD con il 34,3% sale ancora dello 0,3%, continua il calo di Forza Italia che scende al 23,2%, terzo partito italiano è il M5S che torna al ribasso attestandosi al 20,0%. L'ultima forza politica a poter avere Seggi alla Camera secondo la soglia di sbarramento nella nuova legge elettorale Italicum, è il Nuovo Centrodestra con il 5,0% che cresce appena dello 0.1.

Passando ai piccoli partiti abbondantemente sotto la soglia di sbarramento del 5% , la Lega Nord è stimata al 3,2% (-0.1).

Pubblicità

Balzo di mezzo punto in avanti per SeL che arriva al 3,1% e sorpassa il partito della Meloni FdI che comunque guadagna lo 0.3 e si porta al 3,0%. Continua il calo del dato UdC all'1,9%, mentre Scelta Civica è indicata al 2,2% (+0.1). Infine, Rif. Comunista scende all'1,2%, e tutti gli altri partiti sotto l'1% danno un dato totale del 2,9%.

Ecco gli effetti delle suddette intenzioni di voto sulle coalizioni.

Il Centrosinistra sale dello 0.9 fino al 37,7%, il Centrodestra al 36,7% perde ancora e con un -0.3 si mette fuori gioco da solo, il Movimento 5 Stelle è al 20,0%.

Voglio sottolineare che con buona concessione di qualche ospite non politico ma pur sempre di sinistra, sostiene che il Partito Democratico è sempre sopravvalutato dai dati Ipsos, e questo lo posso confermare anch'io confrontandolo con molti altri sondaggi elettorali di altri istituti.

Altri sondaggi politici Ipsos-Ballarò del 18 marzo 2014

Sulla candidatura di Berlusconi, come prevedibile il 68% asserisce che la legge non deve essere infranta.

Pubblicità

Il 30% viceversa, sostiene il diritto di votarlo, dunque dovrebbe potersi candidare. Io aggiungo che non sarà possibile visto la sentenza di Cassazione giunta proprio nella tarda serata di ieri.

La fiducia in Renzi? A favore il 64%, contrario il 33%. Ma perchè piace? L'età per il 43%, ci mette la faccia per il 25%, la furbizia per il 14%, ottimismo il 10%, è in gamba per il 6%.

Chi sarà l'avversario di Renzi? Grillo e il M5S al 39%, Berlusconi e Forza Italia al 36%, Letta e il resto del PD per il 15%.

#Matteo Renzi