Non solo gli ultimi sondaggi elettorali Ballarò - Ipsos esposti nella puntata del 25 marzo 2014. Ma oltre alle intenzioni di voto che riguardano PD, Forza Italia, #M5S e tutti gli altri partiti, il dato sulle coalizioni con gli effetti sull'Italicum, e come sempre il confronto con i dati precedenti Ipsos di 7 giorni fa.

A Ballarò, Pagnoncelli ha presentato anche tanti altri #Sondaggi politici che esprimono il sentiment degli italiani sull'attuazione di programma da parte del Governo Renzi e sulla fiducia che si ripone in lui. Vedremo anche il possibile successore di Silvio Berlusconi in Forza Italia, e soprattuto cosa pensa la gente sull'operato dell'#Unione Europea e su un eventuale referendum sull'Euro.

Pubblicità
Pubblicità

Sondaggi elettorali Ballarò Ipsos 25 marzo 2014

Le intenzioni di voto a confronto con i dati della settimana scorsa: il PD al 34,1% ferma la sua avanzata e perde lo 0,3%, inesorabile il declino di Forza Italia che scende al 22,6% facendo registrare un calo dello 0,6%, infine il M5S al 20,2% che guadagna appena lo 0,2%.

Il Nuovo Centrodestra rimane stabile al 5,0%, la Lega Nord risale al 3,4% (+0.2%), cresce nella stessa percentuale SEL al 3,3%, inviariato il dato di Fratelli d'Italia al 3,0%, in live rialzo Scelta Civica al 2,4%, UDC 1,8% in leggerissimo ribasso, gli Altri raccolgono il 4,2% dei consensi.

Dato coalizioni presunte alla Camera e proiezione Italicum: Il Centrodestra composto da Forza Italia, NCD, Lega, NCD, FDI, UDC e altri di CDX, è stimato al 36,2% in calo di mezzo punto.

Pubblicità



Il Centrosinistra composto dal PD, SEL e altri di CSX (non viene dunque abbinato il dato di SC), è indicato stabile al 37,7%. Come già detto solo il 20,2% per il Movimento 5 Stelle.

Ipotizzando tale scenario politico, se si andasse a votare oggi, vincerebbe al primo turno il Centrosinistra di Renzi.

Altri sondaggi politici Ballarò-Ipsos 25 marzo 2014

Chi sarà il successore di Berlusconi come leader di Forza Italia? Piersilvio per il 20%, Marina al 16%, Barbara al 6%, Francesca Pascale 1%, nessun parente il 53%. Non credo ci sia da commentare...anche perchè queste sono le risposte degli elettori di FI.

L'Unione Europea sta portando benefici più ai Paesi ricchi che poveri? Il 27% risponde molto, il 44% abbastanza, il 23% poco, solo il 6% non lo sostiene.

La UE in quale direzione sta andando? In quella sbagliata un corposo 77%, giusta il 23%.

Se si facesse un Referendum Euro, quale sarebbe il voto degli italiani? Il 59% vorrebbe ancora la moneta unica, il 34% è per il ritorno alla Lira o comunque alla sovranità monetaria.

Pubblicità

L'ultimo sondaggio Ipsos chiede alla gente se il Governo Renzi faccia bene ad andare verso le famiglie prima, solo poi da sindacati e Confindustria. Il 67% si schierano decisamente contro quest'ultimi due "organismi", il 25% sostiene che sia uno sbaglio questa tempistica.

Interessante come si possa evincere che nonostante la stragrande maggioranza degli italiani non creda nell'Unione Europea in generale, abbia poi paura di uscire dall'Euro, anche se la percentuale tende a scendere e gli euro scettici crescono non solo in Italia (vedi in Francia il successo di Marine Le Pen).