#Sondaggi politici di oggi confermano le difficoltà del Movimento 5 Stelle, che punta al boom nelle elezioni europee 2014 ma che - almeno stando alle rilevazioni Ipsos trasmesse a Ballarò - rischia di restare ben al di sotto di quanto atteso, per questa tornata elettorale, da Beppe Grillo. Il M5S, infatti, si arresterebbe al 20,2% dei voti e quindi ben lontano dal poter puntare a diventare la prima forza.

Questo secondo i sondaggi politici di oggi, che però potrebbero cambiare una volta che inizierà il tour dei candidati del Movimento 5 Stelle per le elezioni europee. Al momento, però, si registra soprattutto come il M5S sia addirittura sotto Forza Italia: il partito di Berlusconi rimane infatti al 22,6% nonostante l'aria di crisi che soffia al suo interno e lo scontento sempre meno celato dei suoi storici dirigenti nei confronti delle recenti decisioni del loro leader.

Pubblicità
Pubblicità

A giovare di questa situazione, sempre secondo i sondaggi politici, è il Partito Democratico, che raggiunge addirittura il 34,1% dei consensi. Senza dubbio si tratta dell'effetto Renzi e degli annunci fatti dal primo ministro. In primis per quanto riguarda il taglio dell'Irpef 2014 che potrebbe portare 80 euro al mese nelle buste paga dei dipendenti dagli stipendi più bassi. 

sondaggi politici poi mostrano come i partiti minori vedano in testa il Nuovo Centrodestra (5%), seguito da Lega Nord (3,4%), Sel (3,3%), Fratelli d'Italia (3%). A livello di coalizioni, è in testa il centrosinistra con il 37,7%, mentre il centrodestra si ferma al 36,2%.