Emergenza carceri, ddl amnistia e indulto 2014, ddl riforma della custodia cautelare e ddl pene alternative al carcere: ecco le ultime notizie e tutte le novità dal Parlamento, lavori in corso sia alla Camera dei Deputati che al #Senato della Repubblica.

Emergenza carceri, ddl pene alternative: voto finale alla Camera

E' slittato a mercoledì 2 aprile 2014 alla #Camera dei Deputati il voto finale sul disegno di legge per le pene alternative al carcere, la messa in prova dei detenuti e la modifica del sistema sanzionatorio, una delle leggi utili a far fronte all'emergenza carceri con la quale deve fare i conti il #Governo Renzi entro maggio 2014 anche se quelle più efficaci per dare in tempo risposte all'Europa sembrano le leggi di amnistia e indulto chieste dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano.

Pubblicità
Pubblicità

Nel corso dell'esame degli ordini del giorno in Aula a Montecitorio i gruppi parlamentari hanno raggiunto un accordo per il rinvio della seduta sulla votazione del testo di legge che di fatto elimina anche il reato di immigrazione clandestina. E proprio sul reato di immigrazione clandestina che i deputati della Lega Nord di Matteo Salvini, dopo una giornata di protesta a colpi di emendamenti finalizzati a reintrodurre il reato di clandestinità, hanno chiesto che il ministro dell'Interno Angelino Alfano (Nuovo centrodestra) riferisca alla Camera prima della votazione finale.

Emergenza carceri, riforma custodia cautelare: testo modificato al Senato

Si è concluso nell'Aula del Senato della Repubblica l'esame degli emendamenti al ddl sulle modifiche alla misure cautelari che introduce criteri più stringenti per l'applicazione della custodia cautelare in carcere alla quale si potrà fare ricorso, con ampia motivazione del giudice, secondo il principio di extrema ratio.

Pubblicità

Alcuni emendamenti hanno avuto il via libera, quindi il testo dovrà di nuovo tornare nell'Aula della Camera dove era stato già approvato in prima lettura. La votazione finale del ddl sulle modifiche alle misure cautelari al Senato è slittato a mercoledì 2 aprile 2014. Tra le modifiche al testo approvato alla Camera, quelle che rendono il ritardo nel deposito della richiesta di applicazione della misura cautelare da parte del giudice un illecito amministrativo. Anche con questo ddl - così come quelli su pene alternative, amnistia e indulto - si punta a ridurre la popolazione carceraria.

Emergenza carceri, amnistia e indulto 2014: slitta testo unificato al Senato

Prosegue in commissione Giustizia al Senato della Repubblica l'esame dei disegni di legge in materia di amnistia e indulto. Nella seduta di martedì 1 aprile il senatore Ciro Falanga (Forza Italia) relatore dei ddl per indulto e amnistia, ha chiesto in commissione chiarimenti in relazione al proseguimento dell'esame congiunto dei disegni di legge per le misure di clemenza generale ad efficacia retroattiva.

Pubblicità

In particolare il senatore Falanga - chiamato a preparare un testo di legge unificato per amnistia e indulto insieme all'altro relatore dei ddl, la senatrice Nadia Ginetti (Partito democratico) ha chiesto se potrà essere ancora affiancato, nel ruolo di relatore dalla senatrice Ginetti la quale, tuttavia, ha spiegato che solo dopo le comunicazioni del ministro della Giustizia Andrea Orlando in merito all'emergenza carceri - già annunciate ma poi rinviate per la missione a Strasburgo del Guardasigilli - definirà la propria posizione.