E' notizia dell'ultima settimana l'ennesima chiusura del Governo Renzi sui temi di #amnistia ed indulto; sono state questa volta le parole di Enrico Costa, vice Ministro della Giustizia, ad allontanare ulteriormente possibili riforme. Il politico ha espresso tutto lo scetticismo riguardo possibili provvedimenti di clemenza, chiarendo come a suo parere, vista la situazione italiana attuale, sia molto complicato portare al termine riforme di amnistie ed indulto. Costa ha però precisato come la competenza in materia non spetti al Governo bensì al Parlamento.

Grande attesa dunque per conoscere quali saranno gli sviluppi e le nuove linee guida dettate dall'esecutivo in seguito all'intervento in Senato del Ministro della Giustizia Orlando, programmato per mercoledì 23 aprile 2014.

Nel frattempo altre notizie negative sono arrivate in seguito alla pubblicazione da parte della Commissione Europea di un nuovo dossier riguardante la situazione dei penitenziari d'Italia.

Pubblicità
Pubblicità

La sezione della Commissione dedicata a libertà civili, affari interni e giustizia ha infatti richiamato ulteriormente l'Italia, sottolineando come la situazione delle carceri della nostra penisola sia migliore solamente di quelle presenti in Grecia e Serbia.

La Commissione ha precisato come il sovraffollamento e le condizioni alle quali sono detenuti i carcerati siano al limite della dignità umana. L'Italia è stata inoltre fortemente bacchettata sul tema della violenza nelle carceri ed invitata a prendere seri provvedimenti nel più breve tempo possibile. Servirà l'ennesimo dossier per convincere il Governo Renzi a modificare la propria posizione riguardo amnistia e indulto?