Emergenza carceri, indulto e #amnistia 2014: mentre prosegue in commissione Giustizia del Senato l'esame congiunto dei ddl per amnistia e indulto il ministro della Giustizia Andrea Orlando riunisce i Procuratori generali nel Dicastero di via Arenula con l'obiettivo di costruire una collaborazione per fronteggiare al sovraffollamento carcerario in Italia. Intanto la leader dei Radicali italiani Rita Bernardini attacca la petizione online lanciata da MicroMega contro l'indulto e l'amnistia perché i due provvedimenti di clemenza, fra l'altro, favorirebbero Berlusconi.

Carceri, indulto e amnistia 2014: ministro Orlando incontra i Procuratori generali

Oltre a discutere delle diverse misure previste dal #Governo Renzi per far fronte all'emergenza carceri - dalla legge sulle pene alternative alla riforma della custodia cautelare - il ministro della Giustizia ha in particolare discusso con i Procuratori generali "degli strumenti e delle azioni necessarie - spiega in una nota il ministero di via Arenula - al trasferimento dei detenuti nei Paesi d'origine, con particolare attenzione alla Decisione Quadro 2008/909/Gai relativa all'applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle sentenze penali che irrogano pene detentive ai fini della loro esecuzione nei Paesi dell'Unione Europea".

Pubblicità
Pubblicità

Intanto la segretaria dei Radicali italiani Rita Bernardini, che ha svolto 46 giorni di sciopero della fame per sollecitare l'approvazione di amnistia e indulto, critica la petizione online contro l'indulto e l'amnistia lanciata da MicroMega e attacca anche la giornalista Milena Gabanelli.

Indulto e amnistia 2014, Rita Bernardini polemizza con MicroMega e Report

"Vorrei sottolineare - ha detto in un'intervista pubblicata oggi su Italia-24News Rita Bernardini - quella che io chiamo la malattia della 'Berlusconite degenerante' di personaggi della pseudo-sinistra. Ho visto la vergognosa trasmissione Report - ha detto la segretaria dei Radicali italiani - al termine della quale la conduttrice Milena Gabanelli ha pronunciato un secco 'no' all'amnistia. Ho letto inoltre - ha proseguito Rita Bernardini - di un appello sconclusionato lanciato da Micromega contro indulto e amnistia, tra i cui firmatari compaiono i nomi di Barbara Spinelli, Andrea Camilleri e Paolo Flores D'Arcais.

Pubblicità

Amnistia, indulto e lo 'spauracchio' Berlusconi



Queste persone - secondo quanto ha dichiarato la leader radicale in un'intervista pubblicata su Italia-24News - respingono un provvedimento che potrebbe riportare alla legalità la nostra democrazia solo per la paura che Berlusconi possa trarne vantaggio personale: è una vita - secondo Rita Bernardini che risponde a MicroMega e a Report su indulto e amnistia - che negano diritti fondamentali a tutti gli italiani agitando lo spauracchio di Berlusconi che, a differenza di lorsignori, i referendum radicali sulla giustizia e le libertà civili almeno - ha concluso - li ha firmati". #Silvio Berlusconi