Il 18 giugno prossimo è fissata l'udienza alla Grande Camera della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (CEDU) relativa alla richiesta, presentata dalla signora Adele Parrillo, di donazione di embrioni alla ricerca. Per ben 29 volte la legge 40 è stata oggetto di sentenze di tribunale, da quando è entrata in vigore 10 anni fa. La Corte Costituzionale aveva cancellato nel 2009 il divieto di produrre più di tre embrioni così come l'obbligo d'impianto di tutti gli embrioni prodotti in una sola volta.

L'Associazione Luca Coscioni ha organizzato proprio su questi temi il Terzo Incontro del Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica. Di segno opposto la petizione popolare al Parlamento Europeo "Embrione Uno di Noi", che tende infatti ad impedire la ricerca sugli embrioni, la cui udienza pubblica è fissata per il prossimo 10 aprile.

Tra i relatori del Congresso il segretario della Luca Coscioni, Filomena Gallo (che tratta "Lo status dell'embrione presso la Corte Europea dei Diritto dell'Uomo e la Corte Interamericana dei Diritti Umani"), Maria Eugenia Venegas (membro dell'Assemblea Legislativa della Costa Rica), Ana Virginia Calzada, (ex presidente della Sezione Costituzionale della Suprema Corte di Giustizia della Costa Rica). Nel Congresso, quindi, si discuterà ampiamente di una sentenza della Corte Interamericana dei Diritti dell'Uomo. La sentenza in questione ha affermato che gli embrioni possono essere usati per la ricerca scientifica, non essendoci affatto equivalenza giuridica tra persone ed embrioni. È stato così tolto il divieto di fecondazione in vitro in Costa Rica.

Il Terzo Incontro del Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica si tiene a Roma da oggi al 6 aprile (oggi alla Camera dei Deputati, mentre domani e dopodomani al Campidoglio). Stamattina all'Incontro è stato presentato l'Indice globale di libertà e autodeterminazione. L'Indice è stato elaborato sotto la coordinazione del professor Andrea Boggio, che insegna diritto alla Bryant University (New England). Lo studio è stato finanziato interamente dalla Luca Coscioni ed ha permesso di stilare una classifica di 42 Paesi. Nei primi tre posti della graduatoria abbiamo Belgio, Olanda e Stati Uniti d'America. Radio Radicale trasmette ovviamente in diretta i tre giorni del Congresso. #Unione Europea #scienza