Le elezioni amministrative e comunali 2014 si terranno in concomitanza con le elezioni europee 2014, il che significa che la data prescelta per il voto è quella di domenica 25 maggio. I comuni chiamati al voto 4.096 e tra questi ci sono anche parecchie città importanti, prime tra tutte quelle di Firenze (dove bisogna scegliere il successore di Matteo Renzi) e Bari (in cui si prenderà il posto di Michele Emiliano). La data dell'eventuale ballottaggio è domenica 8 giugno.

Ma in queste elezioni amministrative comunali 2014 ci sono altri 14 comuni con più di centomila abitanti: Padova, Prato, Modena, Perugia, Livorno, Reggio Emilia, Foggia, Ferrara, Pescara, Forlì, Trento, Bergamo, Giugliano in Campania e Terni.

Pubblicità
Pubblicità

La scelta di votare in contemporanea con le elezioni europee deriva da una precisione decisione all'insegna della riduzione dei costi, visto che l'election day permette di ridurre considerevolmente le spese.

Visto quando si vota alle elezioni amministrative comunali 2014, vediamo anche come si vota. Nei comuni come meno di 15mila abitanti è sufficiente fare una croce sul simbolo della lista che sostiene il candidato sindaco che vogliamo votare. Si può anche optare per una preferenza per i candidati consiglieri comunali collegato alla lista del sindaco da noi scelto. Non è infatti possibile fare il voto disgiunto.

Nei comuni con più di 15mila abitanti in cui si voterà in queste elezioni amministrative comunali 2014 le modalità sono invece diverse. Si può infatti votare in tre modi diversi: tracciando un segno sul simbolo della lista e votando così sia per il sindaco che per la lista a cui è collegato; segnando solo il nome del candidato sindaco e così votando solo per il candidato sindaco e non per il partito che lo sostiene; votando per un candidato sindaco e per un altro partito (voto disgiunto).

Pubblicità

#Elezioni politiche