Si avvicinano le elezioni Europee e c'era molta curiosità per i simboli che hanno chiesto l'iscrizione alle liste elettorali. In totale saranno una quarantina o poco più i simboli ma si dovrà attendere l'ammissione ufficiale del Ministero dell'Interno affinchè possa iniziare effettivamente la loro corsa alle elezioni.
Mentre i cosiddetti 'grandi partiti' hanno provveduto già da tempo all'iscrizione, non è mancata di certo la fantasia nei nomi di quei movimenti che intendono gareggiare per un posto al parlamento di Bruxelles.


Ecco allora presentarsi il simbolo 'Basta Euro', il cui programma elettorale è facilmente immaginabile; sempre per rimanere in tema di chi ha voglia di passato, non possiamo non menzionare il 'Sacro Romano Impero', mentre immancabile è l'iniziativa di chi vuole sostenere i più deboli come la lista "Pensionati e invalidi".


Ci sono poi i 'cloni' di nomi famosi, come la 'Lista del grillo parlante", manco a farlo apposta con la parola 'grillo' bene in evidenza: il bello è che questa nuova lista ha come capogruppo il sig. Beppe Grillo mentre il molto più famoso leader del Movimento Cinque Stelle, all'anagrafe, risulta essere registrato come Giuseppe Piero Grillo, detto 'Beppe'...
C'è persino il partito del Web, ossia il 'partito internettiano' e invece la lista di coloro che si interessano di restituire soldi evidentemente sottratti indebitamente, come il 'Recupero maltolto'.


La fantasia, però, arriva a davvero a livelli estremi quando vediamo il simbolo del partito 'Forza Juve Bunga Bunga', per il cui programma elettorale sarà indubbiamente da seguire con grande curiosità. Infine, menzioniamo gli 'inquietanti' simboli che recitano 'Insorgenza civile', 'Io cambio' e 'La catena'. 
#Elezioni politiche