Tra il 22 e il 25 maggio si terranno in tutti i 28 stati membri dell'#Unione Europea le elezioni europee del 2014. In Italia si voterà esclusivamente nella giornata di domenica 25 maggio.

Sistema elettorale per il Parlamento europeo

In Italia, la disciplina del sistema elettorale delle elezioni europee è contenuto nella legge 24 gennaio 1979, n.18, modificata e integrata da provvedimenti successiva tra cui, da ultimo, dalla legge 20 febbraio 2009, n.10 che ha introdotto una soglia di sbarramento. In sintesi, si tratta di un sistema elettorale proporzionale con soglia di sbarramento del 4% e possibilità di voto di preferenza.

Pubblicità
Pubblicità

Il diritto di voto è esercitato dai cittadini con almeno 18 anni di età, mentre per candidarsi l'età minima è di 25 anni. La scheda elettorale è unica, si vota per una delle liste e si possono esprimere da una a tre preferenze.

Il territorio nazionale italiano è suddiviso in 5 circoscrizioni plurinominali assegnatarie di un numero di seggi variabili a seconda della popolazione. Le circoscrizioni sono così suddivise: Italia-nord-occidentale; Italia-nord-orientale; Italia-centrale; Italia-meridionale; Italia-insulare. Il complesso delle circoscrizioni elettorali forma il collegio unico nazionale.

Alle Europee, secondo le intenzioni di voto, a superare lo sbarramento del 4% sarebbero #Pd, Fi, M5S, Lista Tsipras, Ncd-Udc e Lega Nord.

Nelle elezioni europee 2014 l'Italia eleggerà 73 eurodeputati.

Pubblicità

Ultimi sondaggi

La coalizione di centrosinistra, secondo gli ultimi sondaggi di Ixè per Agorà (Rai 3), è al 38,2%. Dal sondaggio emerge che la coalizione di centrosinistra ha un distacco di sei punti sul centrodestra che è al 32,1%. Il Pd è il primo partito. Segue il Movimento 5 Stelle, in calo di mezzo punto. Solo terza è Forza Italia, che è in lieve rialzo rispetto alla scorsa settimana. #Beppe Grillo