Il sondaggio reso noto da Ipsos per la trasmissione televisiva Ballarò alla data del 15 aprile 2014 parla molto chiaro: a poco più di un mese dalle elezioni Europee del 25 maggio, il Partito Democratico si mantiene saldamente il primo partito in Italia con il 34,2% delle preferenze. Il dato è ancor più positivo se consideriamo la crescita dello 0,3% rispetto alle proiezioni Ipsos dell' 8 aprile.

Positivi anche i dati del Movimento Cinque Stelle che, seppur molto lontano dalle percentuali del #Pd, ottiene il 22,7% delle promesse di voto salendo in una settimana dello 0,4%. Male Forza Italia che, senza probabilmente a causa dei problemi giudiziari di Silvio Berlusconi, non va oltre il 19,6% dei consensi e perde un rilevante 0,9% rispetto al precedente sondaggio per Ballarò.

Pubblicità
Pubblicità

Staccati tutti gli altri partiti: il Nuovo Centrodestra con l'UDC si attestano sul 6% delle preferenze con una crescita dello 0,7%. Scende invece Lega Nord che si ferma al 5% con una perdita dello 0,8% dalle proiezioni dell' 8 aprile.

Al di sotto della soglia di sbarramento fissata al 4% per il Parlamento Europeo tutti gli altri partiti: Fratelli d'Italia - AN raggiunge il 3,5% delle preferenze salendo dello 0,5% in una settiama e facendo ben sperare per il superamento della fatidica percentuale. Scelta Europea con Guy Verhofstadt si ferma invece al 3,1% perdendo lo 0,3% rispetto al sondaggio della scorsa settimana. L' Altra Europa con Tsipras si mantiene pressochè stabile al 3% ma perde lo 0,1% delle preferenze degli italiani. #Elezioni politiche #Sondaggi politici