#Silvio Berlusconi continua a rimandare le decisioni per le elezioni Europee e non può fare altrimenti, visto che tutto dipenderà, ormai, dall'attesissimo verdetto del 10 aprile prossimo, quando il Tribunale di Milano
si pronuncerà in merito all'affidamento ai servizi sociali o agli arresti domiciliari.


Solo dopo quella sentenza, Berlusconi prenderà in mano la situazione, anche se le speranze di potersi candidare sono francamente poche: "È il collegio giudicante più rosso che mi poteva capitare», ha dichiarato il leader di #Forza Italia, fors'anche per mettere le mani avanti di fronte ad una probabile sconfitta.


In ogni caso, alle Europee Silvio Berlusconi ci sarà, anche se solo in maniera virtuale: ieri, infatti, è stato reso noto il nuovo simbolo di Forza Italia, quello che campeggerà sulle schede elettorali delle prossime elezioni: sotto la bandiera, spicca il suo cognome, in blu, un modo per ricordare ai cittadini che il Cavaliere c'è sempre, anche se non presente nella lista.


Anche per il logo di Forza Italia, però, c'è il rischio che qualche giudice possa invalidare la lista azzurra per quel chiaro riferimento a un politico al quale è stata negata la possibilità di candidarsi: attenzione, però, perchè il cognome 'Berlusconi' potrebbe fare da preludio all'eventuale discesa in campo di qualche figlia oppure del fratello Paolo. 


Perchè i colpi di scena potranno esserci fino alla fine. Intanto, ieri, Silvio Berlusconi si è recato dal Presidente della Repubblica Napolitano per parlare, a quanto sembra, delle riforme, ma non è escluso che sia stato toccato anche l'argomento delle elezioni europee.  
#Elezioni politiche