Il #Governo ha ufficializzato la lista dei nomi dei manager candidati ai vertici delle aziende pubbliche. Sono tre le donne manager scelte:

Patrizia Greco: 62 anni, ex numero uno di Olivetti, subentra a Paolo Andrea Colombo all' Enel. È stata anche al vertice Italtel e Siemens Informatica. Emma Marcegaglia: 48 anni, ex presidente di Confindustria, prende il posto di Giuseppe Recchi all' Eni. È la figlia di Steno, re dell' acciaio. Luisa Todini: 47 anni, consigliere d'amministrazione Rai ed imprenditrice (Todini Finanziaria e Domus Etruria), sostituisce Massimo Sarmi alle Poste Italiane. Un' altra donna, Catia Bastioli, potrebbe entrare in Terna come presidente ma deciderà la Cassa Depositi e Prestiti.

Pubblicità
Pubblicità

L'imprenditrice Luisa Todini, indicata dal Tesoro alla presidenza di #poste italiane, a proposito del suo attuale ruolo di consigliere d'amministrazione Rai, ha affermato che non c'è incompatibilità fra i due incarichi. La questione di opportunità verrà valutata in tempi rapidi.

Francesco Caio: classe 1957, ex commissario per l' Agenda digitale nel Governo Letta, subentra all' AD di Poste Italiane Giovanni Ialongo. Claudio Descalzi: 49 anni, finora direttore generale responsabile dell' esplorazione Eni, prende il posto dell' AD Paolo Scaroni. Francesco Starace: romano del 1955, da AD di Enel Greenpower, va a sostituire Fulvio Conti. Mauro Moretti: 60 anni, attualmente AD di Ferrovie, subentra ad Alessandro Pansa a Finmeccanica. Gianni De Gennaro: 65 anni, ex capo della Polizia confermato presidente di Finmeccanica (da luglio 2013). Per quanto riguarda Terna sarà il Cda e il Cdp a decidere i successori di Roth e Cattaneo.

Pubblicità

Il Premier Renzi, dopo l' annuncio delle nomine ai vertici delle aziende pubbliche, ha espresso la sua soddisfazione per la forte presenza femminile, segno di un protagonismo che chiedeva da troppo tempo un pieno riconoscimento. Ciò è all'avanguardia rispetto alle esperienze europee ed internazionali. Sono tutti professionisti autorevoli, che dovranno lavorare per raggiungere obbiettivi strategici.

I nuovi vertici delle aziende pubbliche sono: Eni, Emma Marcegaglia presidente e Claudio Descalzi amministratore delegato; Enel, Patrizia Greco presidente e Francesco Starace amministratore delegato; Finmeccanica, Gianni De Gennaro confermato presidente e Mauro Moretti amministratore delegato; Poste Italiane, Luisa Todini presidente e Francesco Caio amministratore delegato.

Palazzo Chigi ha precisato che all'assemblea verrà proposto il compenso massimo annuo di 238mila euro lordi. Nei prossimi giorni il governo indicherà inoltre il successore di Moretti alle Ferrovie Italiane.

#Matteo Renzi