Emergenza carceri, #indulto e #amnistia 2014: il Dap comunica i dati aggiornati sull'affollamento carcerario contro il quale l'Italia deve prendere provvedimenti entro maggio 2014 così come impone l'Europa, mentre viene annunciata di nuovo l'audizione del ministro Andrea Orlando in commissione Giustizia al Senato della Repubblica. Intanto la Camera dei Deputati ha approvato la legge con deleghe al #Governo su pene alternative, messa in prova e modifiche al sistema sanzionatorio e il Senato della Repubblica ha approvato, però con delle modifiche che riportano il testo alla Camera per un nuova lettura, la riforma delle misure cautelari.

Carceri, indulto e amnistia 2014: i dati aggiornati del Dap

Mentre in commissione Giustizia al Senato slitta in attesa delle comunicazioni del ministro Orlando la presentazione del testo di legge unificato per indulto e amnistia, sono 60.167 le persone detenute nelle carceri italiane a fronte di una capienza regolamentare prevista 48.309 posti detentivi.

Pubblicità
Pubblicità

In confronto all'anno 2010 negli istituti penitenziari italiani ci sono 7.734 detenuti, mentre la capienza è aumentata di oltre 3.000 posti detentivi.

Lo ha riferito il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria del ministero della Giustizia smentendo "in maniera categorica" i dati diffusi dalle associazioni e dalla stampa sul sovraffollamento carcerario già sanzionato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo.

Carceri, indulto e amnistia 2014: senatori Falanga e Barani contro ministro Orlando

Intanto in commissione Giustizia al Senato, nel corso dell'ultima seduta dedicata alla discussione dei ddl in materia di amnistia e indulto, il senatore Ciro Falanga (relatore, di Forza Italia) e il senatore Lucio Barani del Gal (autore di uno dei quattro ddl per indulto e amnistia) - dopo che la senatrice Nadia Ginetti (Pd) ha chiesto di attendere le comunicazioni del ministro Orlando prima del testo unificato - sono intervenuti stigmatizzando la reticenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando a intervenire in commissione Giustizia di Palazzo Madama nonostante i ripetuti inviti.

Pubblicità

Poi è intervenuto il senatore Beppe Lumia (Pd) per rassicurare i colleghi della commissione che il Guardasigilli del Governo Renzi "interverrà quanto prima in commissione" e che "il ritardo evidenziato dai colleghi - ha detto il senatore siciliano Beppe Lumia - è dovuto alla recente trasferta a Strasburgo di cui si è avuto ampio risalto sui mezzi di stampa".

Carceri, indulto e amnistia 2014: ministro della Giustizia atteso al Senato

Anche il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri ha assicurato che il ministro della Giustizia si recherà presto in commissione Giustizia al Senato per le comunicazioni sulle linee di indirizzo del Governo Renzi sulla giustizia e la posizione ufficiale su indulto e amnistia che non vengono esclusi dalla risoluzione approvata alla Camera ale termine della discussione sul messaggio alle Camere di del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sull'emergenza carceri.