Il reddito dei politici italiani non risente della crisi e non rispecchia realmente la grave situazione economica che sta attraversando il Paese. In base alla dichiarazione dei redditi del 2013, relativa al reddito percepito l'anno prima, l'ex Presidente del Consiglio #Silvio Berlusconi risulta tra i più ricchi con un imponibile pari a 4,5 milioni di euro. Il reddito dell'ex premier però negli ultimi tre anni è andato via via scendendo subendo nell'ultimo anno un vero e proprio crollo andando a perdere circa 30 milioni di euro, infatti nella dichiarazione del 2011 Silvio Berlusconi aveva dichiarato circa 48 milioni di euro, in quella del 2012 35,4 milioni.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i parlamentari più ricchi troviamo Alberto Bombassei. L'industriale, ex esponente di Scelta Civica, ha dichiarato per il 2012 un reddito lordo pari a 845.813 euro.

Per quanto riguarda il governo in attesa della dichiarazione dei redditi del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dei ministri Carlo Padoan, Federica Guidi, Giuliano Poletti e Maria Carmela Lanzetta, il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi risulta essere il più ricco con una dichiarazione di 282.244 euro, all'ultimo posto invece c'è il ministro delle Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi con un imponibile di 76.259 euro. Tra gli altri ministri troviamo Dario Franceschini, ministro della Cultura, con oltre 200.000 euro. Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha dichiarato oltre 100.000 euro.

Pubblicità

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, con un imponibile pari a 98.471 euro. Roberta Pinotti, ministro della Difesa, ha dichiarato oltre 110.000 euro.

Tra i partiti con gli esponenti più "poveri" troviamo il Movimento Cinque Stelle, molti di essi non hanno presentato la dichiarazione dei redditi. I grillini alla camera hanno i redditi più bassi e prima di essere eletti deputati molti di loro non guadagnavano niente.

Nelle due camere invece il Presidente più ricco è quello del Senato Piero Grasso con un imponibile di 176.499 euro. Per quanto riguarda il Presidente della Camera, Laura Boldrini, nel 2012 ha dichiarato 6.314 euro, però attraverso un documento a parte precisa di aver ricevuto 94.304 euro in quanto rappresenta un funzionario.