Ancora stravolgimenti guardando le intenzioni di voto elettorali ai partiti italiani che si presenteranno alle Elezioni Europee 2014. I #Sondaggi politici elettorali Ixè e resi noti dal programma tv Agorà Rai 3 di oggi 7 aprile, mettono in evidenza un Berlusconi perdente, un Renzi che sale ancora e Grillo che arriva al massimo mai raggiunto prima.

Sondaggi politici europee 2014: Ixe Agorà del 7 aprile 2014

Il PD raggiunge il 31,6%, in crescita dell'1,1%. Tiene botta il #M5S che sale addirittura al 26,1% rispetto al 25,3% di fine marzo. Crolla Forza Italia al 18,6% che perde il 2,2%.

Ci sono altri due partiti che superando la soglia di sbarramento del 4%, la minima necessaria per conquistare dei seggi al Parlamento Europeo.

Pubblicità
Pubblicità

Essi sono rappresentati dalla Lega Nord al 5,4%, seppur in calo dello 0,4%, poi L'Altra Europa con Tsipras al 4,6%, anche però in calo, esattamente dello 0,3%.

Rimarrebbero fuori il partito di Fratelli d'Italia al 3,4%, comunque in lieve rialzo dello 0,2%. Il Nuovo Centrodestra con il 3,3%, cresce appena dello 0,1%. Sale UDC all'1,6%, facendo segnare una crescita dello 0,4%. Infine Scelta Civica all'1,2%, in calo dello 0,2%.

C'è da dire che altri istituti sondaggistici danno forza politiche e alleanze diverse dei partiti italiani per le Elezioni Europee 2014, inoltre si notano differenze sostanziali rispetto ad altri dati che riguardano il Movimento 5 Stelle, Forza Italia e anche NCD.

In effetti la media sondaggi dei maggiori istituti, da come intenzioni di voto, quasi al 23% il M5S, intono al 21-22% Forza Italia, e NCD che qualcuno stima al di sopra della soglia di sbarramento.

Pubblicità

In media invece tutto sommato, il dato del PD.

Tornando al discorso dei partiti che si presentano alle Elezioni Europee 2014, altri sondaggi politici stimano ALDE, l'alleanza dei liberal democcratici, Scelta Europea, e un'unione fra PPI e UDC. Nessuna di queste forze politiche comunque, arriverebbe a una percentuale di consensi tale da prendere seggi.

#Silvio Berlusconi