I sondaggi sulle elezioni europee 2014 mostrano un Partito Democratico ancora in ottima salute, nonostante le prime polemiche stiano iniziando a compromettere il cammino delle riforme promesse dal primo ministro Matteo Renzi. Visti, sempre nei sondaggi Ixè trasmessi ad Agorà, lo stato di salute della popolarità del premier (in leggero calo ma sempre elevatissima al 58%), si capisce però meglio per quale ragione il Pd riesca a non perdere colpi e a rimanere elevatissimo al 32,2% (in crescita di uno 0,6).

Nei sondaggi sulle europee 2014 scende invece un poco il Movimento 5 Stelle, che dal 26,1% arriva al 25,2%. Una discesa di quasi un punto che potrebbe anche significare un campanello d'allarme per il partito guidato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio.

Pubblicità
Pubblicità

Che qualcuno dei militanti M5S stia strizzando l'occhio al Pd di Renzi?

I sondaggi sulle elezioni europee 2014 fanno invece vedere come Forza Italia riesca finalmente ad arginare quella emorragia di voti che nelle ultime settimane l'ha portata abbondantemente sotto quota 20%. Questa settimana il partito guidato da un Silvio Berlusconi da poco condannato ai servizi sociali mette a segno un +0.5 e arriva al 19,1%. Un dato comunque preoccupante.

Tra i partiti minori, questi sondaggi sulle elezioni europee 2014 mostrano una Lega Nord sempre in forma al 5,2%, il Nuovo Centrodestra assieme all'Udc e ai Popolari arriva al 5,2%, l'Altra Europa con Tsipras scende ancora al 4,2%, mentre Fratelli d'Italia arriva al 3,6%, in lotta per conquistare qualche seggio al Parlamento Europeo. #Sondaggi politici