Siamo giunti ad aprile e non mancano i #Sondaggi politici elettorali in vista delle elezioni Europee di maggio 2014; stavolta tratteremo i dati forniti dall'istituto EMG per conto di La7. I risultati del sondaggio chiuso il 31 marzo vede una certa stabilità nelle percentuali di gradimento rispetto alla scorsa settimana, sempre per quanto riguarda le rilevazioni effettuate la scorsa settimana. C'è forse un dato più di altri che conferma un piccolo cambiamento tra i partiti italiani in questo periodo.

Questo piccolo cambiamento lo andiamo ad analizzare in seguito attraverso le percentuali dei sondaggi politici elettorali EMG sulle elezioni Europee 2014.

Pubblicità
Pubblicità

Sondaggi politici elettorali EMG elezioni Europee 2014: ecco cosa sta cambiando

I dati dell'istituto EMG sui sondaggi politici elettorali per le Europee 2014 vede sempre in testa il Partito Democratico con 32,8%; al secondo posto tra i partiti italiani troviamo invece il sorpasso del Movimento 5 Stelle ai danni di Forza Italia (dato confermato anche da altri istituti): il partito di Beppe Grillo porta a casa un buon 21,9% contro il 20,8% del partito guidato da Silvio Berlusconi. Migliorano - pur di poco - i partiti Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale e Lista Tsipras rispettivamente al 3,4% e 3,2%. Stabile Lega Nord con il 3,4% in netto calo invece Scelta Civica con l'1,1%. Infine il Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano è fermo al 3,3%.

Sondaggi politici elettorali EMG elezioni Europee 2014: la differenza rispetto ad una settimana fa

Ecco allora che se andiamo ad analizzare i dati dei sondaggi politici elettorali offerti dall'istituto EMG in vista delle elezioni Europee 2014 del prossimo maggio vediamo che nel giro di una settimana il Partito Democratico ha guadagnato 0,4 punti percentuali, passando dal 32,4% della scorsa settimana all'attuale 32,8%.

Pubblicità

In crescita anche il Movimento 5 Stelle, un partito che ottiene il consenso dei cittadini stanchi dei soliti volti noti nella politica italiana, che sale dello 0,6% superando di fatto Forza Italia di Silvio Berlusconi che crolla dal 22,4% al 20,8%, oltre un punto percentuale in meno rispetto ai dati di una settimana fa. Migliorano i partiti anti-Euro: Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale porta a casa un buon +0,5% rispetto ad una settimana fa mentre la Lega Nord ottiene uno striminzito +0,1% rispetto a sette giorni fa. Infine, per terminare con il confronto rispetto ai risultati di una settimana fa, l'UDC passa dal 2,4% al 2,2%, Scelta Civica crolla di quasi un punto percentuale (dall'1,9% all'1,1%) e infine migliora per la Lista Tsipras che ottiene un buon +0,3% rispetto ai dati di una settimana fa.